SIENA NOTIZIE NEWS

FABIO PAPINI: "PONTE SULLA CASSIA, VIGILEREMO SU COSTI E PROGETTI"

News inserita il 06-08-2018

Dopo anni dagli ultimi eventi calamitosi dell’ottobre 2013 e dell’agosto 2015 nessuna opera idraulica importante è stata eseguita dalla Regione/Provincia per ragioni varie che coinvolgono non solo i soliti Politicanti Regionali/Provinciali ma anche la gente comune che più che preoccupata e interessata, sembra, da troppo tempo, rassegnata.

Il metodo del fumo negli occhi a mio avviso è sempre in auge e poi gli occhi vi si abituano: primo fumogeno, i soldi. Buttati qua e là, a casaccio, dai cosiddetti “responsabili” della Regione/Provincia, giusto per fare un po’ di teatrino, narcotizzare gli spiriti più svegli e tacitare un po’ la rabbia (ma solo occasionale) del popolo votante.

Dalla lettura dei quotidiani che dalle nostre parti (Provincia di Siena) vanno per la maggiore sono stati riportati e riportano ancora in oggi articoli di preoccupazione e polemica su gli “iniziandi” bozze/progetti e lavori di costruzione che si “dovrebbero fare” sul Ponte della Cassia, articoli scritti una volta da Tizio, un’altra da Caio e infine, una terza, da Sempronio, ma alla fine però rimango sempre esterrefatto ogni qualvolta che vengo a conoscenza dei costi degli stessi.

Non è difficile immaginare che mentre sbagliare il progetto di un fabbricato o di una strada o di un ponte è un fatto grave ma non irreparabile, sbagliare i conti di un Bacino Idraulico è un misfatto letale .Ma in questo caso più che in altri – data la rilevanza diretta e indiretta verso tutti i cittadini di queste opere – la non conoscenza è particolarmente pericolosa.

Ma ora basta con le polemiche e piuttosto cerchiamo di vedere le cose con gli occhi degli Uomini di Buona Volontà, ossia di come si presenta oggi la situazione delle difesa idraulica, in tempi di piena, sul territorio a valle e a monte del Ponte della Cassia!
Niente. Tutte le opere idrauliche importanti progettate sono tuttora da eseguire o completare perché, a parte le murature della Mutua e qualche saracinesca con le transenne (costata 900 mila euro), qualche rialzo e ringrosso arginale, qualche pompetta installata qua e là, ovvero qualche inutile scogliera (terrapieno di Piana) sparsa e altre “fritture” del genere, nulla di veramente radicale e risolutivo è stato finora compiuto in quell’area di territorio ad elevato rischio idraulico.

Altra “cosa tecnica” che non va sottaciuta e che non riguarda l’aspetto economico dei lavori ancora da eseguire è l’analisi dei diversi Sistemi di diversione che dovrebbero alimentare le Casse di espansione in quella specifica area, ovvero:

– Il terrapieno che si trova all’incrocio dei fiumi Arbia e Ombroncino in Loc. Addobbo ad esempio, perché ancora non è stato demolito, eppure alle riunioni pubbliche ci fu comunicato dagli addetti ai lavori che lo stesso godeva di copertura finanziaria e sarebbe stato raso al suolo nel mese di Giugno 2017, perché ancora non è stato rimosso? (su questa tematica sarà mia premura depositare nei prossimi giorni un’interrogazione in Consiglio Comunale)
Ai disattenti ricordo che il nostro gruppo su questa tematica a Suo tempo a sottoscritto e depositato un Esposto alla Procura di Siena.
Sul progetto del Ponte della Cassia le nostre attenzioni saranno rivolte ad un accurata esamina dei progetti, ai relativi costi degli stessi e ai vantaggi/svantaggi che questa opera può apportare al nostro territorio; in virtù di questo alla riunione pubblica indetta dal primo Cittadino per il 6 Settembre il nostro gruppo comunicherà la nostra posizione in merito a questo già discusso progetto.

"Buonconvento Insieme per Fabio Papini", il Capo Gruppo Fabio Papini

 

Galleria Fotografica

Web tv