SIENA NOTIZIE NEWS

BUONCONVENTO, PAPINI: "STRADA PER UFFICIO POSTALE PERICOLOSA"

News inserita il 01-03-2016

La strada di accesso per gli utenti dell’ufficio postale è ancora oggetto di forte disagi  e polemiche.  La sistemazione provvisoria del selciato con imbrecciatura non sembra in grado di risolvere problemi di sicurezza e degrado del manto stradale in quanto pieno di buche acqua e fanghiglia. Sottolineo inoltre che la poca manutenzione e la poca attenzione da parte di Poste Italiane rivolta a questo ormai annoso disagio ( è dal 2005 che viene sottoposto questo problema e che puntualmente ogni anno si ripresenta ) è clamoroso.

La  questione riguarda sopratutto la difficoltà di accesso agli uffici per i diversamente abili, per i quali diventa un calvario percorrere i cento metri che dividono la strada di Bibbiano all’ufficio Postale in quanto il percorso già pericoloso per chiunque (viste le ristrettezze della strada)dove arduo diventa lo scambio tra due autovetture e un pedone.  Mi lascia inoltre sbigottito come l’Amministrazione Comunale con gli organi competenti non faccia rispettare all’ Ente Poste le normative vigenti a tutela del cittadino per queste gravi inadempienze,  vedi art. 87 del regolamento edilizio del Comune di Buonconvento che cita quanto segue : “ Nel perimetro dei centri abitati, in ogni strada o spazio aperto al pubblico passaggio, se non espressamente vietato ai pedoni, è riservato ai pedoni un passaggio pavimentato, continuo di larghezza non inferiore a 120 cm, privo di gradini, ostacoli, e asperità, con pendenza mai superiore all'8%, separato e protetto dal traffico veicolare e completamente libero fino a 240 cm dal suolo.
Di seguito chiunque interrompa  anche temporaneamente e/o parzialmente la continuità del passaggio di sezione cm 120xcm 240  o ne renda più difficile o pericolosa la percorrenza, in particolare ai disabili e alle carrozzine per bambini, è punito con la sanzione di euro 500,00 in aggiunta a qualsiasi altra sanzione “ sono stati fatti i controlli o le sanzioni? Permettetemi  una nota di polemica “ più volte abbiamo sollevato questo problema a vari livelli istituzionali anche impegnando i vari prefetti che si sono succeduti in questi anni, ma non c’è niente da fare “ non c’è peggior cosa di parlare a chi non vuol sentire”.  La soluzione al problema sarebbe semplice, obbligare l'ente poste e i privati propretari in quota parte ad asfaltare la strada ora a breccia!. Faccio notare a tutti i cittadini che questa problematica è stata oggetto di interrogazioni, mozioni, raccolta firma, riunioni a tutti livelli anche con i responsabili Poste Italiane, Sindaco, Prefetto, uff. Tecnico, ecc. Visto e considerato che il disagio ad oggi persiste persiste mi vedo costretto ad inoltrare un esposto alla Procura della Repubblica per la tutela dell’incolumità e sicurezza pubblica.
Chiederò inoltre alla stessa  che venga effettuato un sopralluogo  per la verifica dello stato dei luoghi e se il percorso è conforme alle norme vigenti in fatto di viabilità pedonale e veicolare. Auspicandomi che la stessa abbia autorità e competenza per la risoluzione di questo annoso disagio.

Il Capo Gruppo
 Papini Fabio

 

Galleria Fotografica

Web tv