SIENA NOTIZIE NEWS

DA BUONCONVENTO ALLA REGIONE: CARTOLINE NATALIZIE IRONICHE IN DIFESA DEI FIUMI

News inserita il 27-12-2018 - Buonconvento

Buonconvento - Le cartoline hanno sulla destra un'immagine inquietante, un albero di Natale  a terra distrutto, palline di vetro infrante, una stella abbandonata sui rami divelti e un punteruolo rotto.  ''Auguri al Consorzio di Bonifica'', si legge in alto. In realtà, le ironiche cartoline natalizie sono state create e inviate dai volontari del Comitato per la Difesa dei Fiumi Naturali in Terre di Siena, che l'8 dicembre hanno preso parte alla giornata di mobilitazione e al flash mob contro la distruzione  di fiumi e torrenti da parte del Consorzio di Bonifica 6 Toscana Sud. Adesso il Comitato con WWF Siena, Legambiente Siena, CAI (Club Alpino Italiano Sezione di Siena), Italia Nostra Siena, Coordinamento Merse, Comitato Amici del Crevole, GAS Il Melograno, Associazione Mosca Club, ISDE (Medici per l'Ambiente di Siena) continuano la protesta con questa inusuale produzione di cartoline cartacee e digitali con immagini di Arbia, Rosia, Stile e Serlate. 
Proprio qui, presso Buonconvento, è accaduto uno degli episodi più inquietanti che sottolineano la selvaggia manutenzione dei fiumi. Il Serlate attraversa una zona di raccolta controllata del pregiatissimo tartufo bianco, importante fonte di reddito oltre che di prestigio. Il danno ambientale è stato descritto dal WWF come uno ''scempio immane all'ambiente e al paesaggio'', e ''un'azione priva di scopo se non quello di recuperare legna per le centrali a biomasse''. Sul Serlate sono stati tagliati molte decine di alberi sanissimi attorno ai quali nascevano i tartufi oltre a costituire l'habitat per molti uccelli e mammiferi. 
Le cartoline con l'albero distrutto e le tristi immagini del corso attuale dei fiumi su cui ha operato il Consorzio sono state  diffuse sui social, stampate, e inviate, con una lettera di accompagnamento, a Enrico Rossi, a Federica Fratoni e a Renzo Ricciardi di Regione Toscana e al Presidente di Consorzio di Bonifica 6 Toscana Sud. L'oggetto e il testo  della missiva sono chiari: ''queste cartoline ricordano ironicamente il vostro discutibile operato nella gestione dei nostri torrenti, ritenuto assolutamente sbagliato e pericoloso da esperti del settore. Citando il Centro Italiano per la Riqualificazione Fluviale, (CIRF), quello che state facendo , 'canalizzare i fiumi non è una soluzione, ma parte del problema. (...)''. Sono ''approcci semplicistici, che rischiano di riportarci indietro di decenni - come dichiara Andrea Gotara del CIRF- numerosi studi mostrano come l'eccesso di escavazioni diffuse in alveo abbia fatto sprofondare di molti metri un gran numero di corsi d'acqua del nostro Paese, creando dissesto, invece che ridurlo, con effetti negativi spesso difficilmente reversibili. E anche la presenza di vegetazione in alveo, se in alcuni tratti può essere fonte di rischio, in molti altri invece può ridurlo, rallentando il deflusso delle acque o intrappolando il legname dai versanti, prima che giunga contro le pile dei ponti'', si legge ancora. ''Ci auguriamo che il prossimo anno cambi decisamente la vostra politica e il vostro approccio devastante sui nostri corsi d'acqua''.

Annalisa Coppolaro

 

 

Galleria Fotografica

Web tv