SIENA NOTIZIE NEWS

A MOCIANO SI TORNA A RESPIRARE ARIA DI PALIO

News inserita il 04-05-2021 - Palio

Il resoconto live dei primi galoppi di addestramento stagionali

Ancora non sappiamo cosa sarà delle carriere del 2021, ma nell’attesa della decisione definitiva, prevista entro la fine di maggio, il primo appuntamento con gli addestramenti a Mociano è da considerarsi come un piccolo passo verso il ritorno a quella normalità, paliesca ma non solo, che tutti attendiamo con impazienza.

Buoni galoppi già nella prima batteria, con la bella partenza di Astoriux con Carlo Sanna, impegnato per tre giri ad ottima velocità e di Aramis King con Jonatan Bartoletti. Interessante il lavoro che Enrico Bruschelli ha proposto con Tornasol, entrato senza alcun problema di rincorsa ed autore di belle traiettorie, soprattutto nella prima curva che simula San Martino. Da segnalare la caduta al “Casato”di Antonio Mula da Amigu che, dopo alcuni giri scosso, è stato ripreso e rimontato dal suo fantino.

 Una caduta ha caratterizzato pure la seconda batteria: a farne le spese sono stati Ardavli e Marco Bitti, autori di un brutto scivolone, senza alcuna conseguenza per cavallo e fantino, alla prima curva in discesa. Unico Ozierese ed Ungaro de Bonorva , rispettivamente montati da Elias Mannucci e da Sebastiano Murtas, sono stati i più rapidi ad uscire dai canapi ed hanno condotto per un giro a buona andatura, per poi lasciare spazio all'interessante Amarcord de Mores con Rocco Betti.

Dopo alcuni minuti di attesa per la sostituzione di un ferro a Zinzula Sedilesa, è andata in scena la terza batteria, dove si sono messi in mostra Quantovali e Federico Arri, autori di uno scatto bruciante in partenza, Trikke e Rocco Betti ed Ucaly con il giovane Niccolò Francesconi. Da segnalare un'ennesima scivolata, quella di Tristezza e Stefano Piras nella curva in salita.

Tutti impegnati i cavalli della quarta batteria. Dopo una mossa falsa, ottimo lo spunto in partenza di Vitzichesu ed Alessio Giannetti e di Rio Manigos con Giosuè Carboni, rilevati poi da Un’Altra Te con Andrea Sanna, andato a superare i due grazie ad una bella traiettoria interna. Nelle retrovie, lo spunto dell’espeta Tonina che Jacopo Pacini ha fatto ben scorrere nella pista. Non è mancata, anche in questa prova, la caduta. A finire a terra, durante le sgambature di riscaldamento è stato Alessandro Cersosimo, caduto da Tempesta da Clodia.

Bella paliata nei primi metri della quinta batteria tra Tout Beau e Matta Chiavassa e Ventosu con Francesco Caria. Sarà poi Chiavassa a girare in testa alla prima curva, spingendo per un giro ad interessante andatura. Nei restanti giro, ottimo lo spunto di Uragana Bella con Rocco Betti.

Molto attesa l’ultima batteria, nella quale si rivedeva Tale e Quale, vincitore del Palio di Provenzano del 2019 per i colori della Giraffa. È stato proprio lui, montato dal suo abituale allenatore Giosuè Carboni. A partire primo dai canali, seguito da Ani’ de Marchesana con Andrea Sanna. Buono anche il lavoro per una vecchia conoscenza della provincia, quel San Vittore, vincitore un po’ovunque nei vari palii italiani, e riproposto quest’anno da Mattia Chiavassa nel circuito del protocollo.

Prossimo appuntamento con gli addestramenti a Mociano martedì 11.

Davide Donnini

 

 

 

Galleria Fotografica

Web tv