SIENA NOTIZIE NEWS

SARTEANO: I RAGAZZI DI MANOS AMIGAS INCONTRANO LANDI

News inserita il 14-10-2015


Dodici ragazzi del Centro Manos Amigas del Guatemala sono stati ricevuti dal sindaco di Sarteano Francesco Landi, nella sala consiliare. Con loro due accompagnatrici, la psicologa Laura Batz e suor Francisca. L’incontro è avvenuto dopo che, domenica scorsa, c’è stata un’accoglienza festosa ed emozionante da parte dei soci dell’associazione e, al tempo stesso, “padrini” sarteanesi dell’associazione: sono loro che hanno contribuito economicamente, nel corso del tempo, a dare loro una speranza di futuro.

In un’atmosfera informale ed amichevole, la piccola rappresentanza di un villaggio che da più di 25 anni accoglie in Guatemala madri sole con figli e orfani, ha ringraziato il sindaco, e con lui tutta la cittadinanza sarteanese, per aver generosamente provveduto alle loro necessità, grazie soprattutto alla volontà di suor Marcella, che ha ideato e portato avanti tutti i progetti umanitari che si sono concretizzati nel Centro Manos Amigas.

In tutti questi anni di attività, come ha spiegato suor Marcella, fondatrice e presidente dell’Associazione Mani Amiche, Ong con sede a Sarteano, “sono stati circa 1200 i bambini aiutati a crescere e a formarsi nell’istruzione di base e superiore, e non solo loro hanno beneficiato della creazione del Centro Manos Amigas: le loro madri, e le persone che lavorano nel Centro hanno potuto approfittare dell’opportunità di riscatto che è stata loro proposta”

“È motivo di  orgoglio per tutti noi - ha detto il sindaco - che quest’associazione sia nata proprio a Sarteano, e che tutta la cittadinanza si sia sentita negli anni parte di un’attività di volontariato che ha un ruolo così importante in campo internazionale”.

Un po’ in italiano e un po’ in spagnolo (suor Marcella si è dimostrata una bravissima traduttrice) è stato illustrato il progetto che ha portato per la prima volta i ragazzi guatemaltechi in Italia. Si chiama “Una tovaglia lunga quanto l’Equatore”, ed è stato promosso da un padrino dell’associazione, Marco Reguzzoni (Presidente del museo del Volo-volandia) e ideato da Laura Fatini, che collabora da anni con Mani Amiche. Il progetto ha ricevuto il sostegno di vari enti, tra i quali il Comune di Sarteano, l’Expo, l’Istituto scolastico superiore Giovanni Falcone di Gallarate, e dell’associazione SarteanoViva, e si è concretizzato in questa visita di due settimane in Italia, durante la quale i ragazzi guatemaltechi hanno potuto vedere la realtà italiana, conoscere i padrini che li hanno sostenuti per molti anni e li hanno visti crescere in un fitto scambio di lettere e fotografie.

“Il ringraziamento del Comune - ha concluso il Sindaco - va anche ai volontari che consentito che l’Associazione Mani Amiche potesse diventare un punto di riferimento per le attività umanitarie del territorio. Conosco volontari, come ad esempio Lara Selva, che con il suo lavoro all’interno del Centro Manos Amigas ha insegnato ai bambini ad esprimersi attraverso il disegno e il colore. Spero che questi ragazzi che adesso sono qui davanti a me possano portare nel cuore l’Italia e Sarteano”.

 

 

Galleria Fotografica

Web tv