STRADE BIANCHE E TIRRENO-ADRIATICO, TORNA IL GRANDE CICLISMO A SIENA

News inserita il 20-01-2022 - Sport Siena

Due grandi eventi animeranno il territorio provinciale a Marzo.

Siena e tutta la provincia sono pronte ad accogliere nuovamente il grande ciclismo. Infatti, tra poco più di un mese, due grandi eventi saranno pronti ad animare il territorio senese con i big del pedale che si sfideranno sulle nostre strade.

Si inizia sabato 5 marzo con la Strade Bianche, sia maschile che femminile, la prima grande classica del ciclismo internazionale con partenza ed arrivo a Siena ormai giunta alla 16^ edizione.

Dopo il grande spettacolo offerto lo scorso anno con la bellissima tappa con arrivo a Chiusdino vinta da Alaphilippe, torna nel senese la Tirreno-Adriatico. La corsa dei Due Mari, che per la prima volta nella sua storia si svolgerà dal lunedì alla domenica, vedrà Sovicille come arrivo della seconda tappa e Murlo come partenza della terza frazione. La gara ciclistica, come ormai consuetudine, prenderà il via dalla Versilia (7 marzo) con la cronometro individuale a Lido di Camaiore, la seconda tappa partirà da Camaiore per poi arrivare a Sovicille dopo 219 chilometri. Tappa mossa e articolata specialmente nella seconda parte. Dopo aver raggiunto Volterra, si entra poi nel senese con una serie di saliscendi più o meno impegnativi fino a raggiungere la Colonna di Montarrenti dove inizia una sorta di circuito. Si passa da Rosia e dopo un breve tratto della SS223 si scala la salita de La Pineta (GPM di giornata) prima di transitare a Monticiano e raggiungere la piana di San Galgano. Nuova scalata fino a Chiusdino (traguardo volante della tappa) e quindi ancora una breve salita (Frosini) per ritornare alla Colonna di Montarrenti. Nuovo passaggio da Rosia e finale pianeggiante che probabilmente vedrà sfidarsi i velocisti nella prima volata di questa edizione.

La terza frazione, di 170 km, ripartirà da Murlo ed arriverà a Terni. Tappa leggermente ondulata con brevi tratti di riposo rettilinei o pianeggianti. Nella prima parte si affrontano alcune salite degne di nota come la Foce (GPM di tappa) e la strada tra Fabro e Ficulle. Dopo Orvieto inizia l’ultima parte ancora mossa sia altimetricamente che planimetricamente. Dopo Amelia (traguardo volante di giornata) si affronta una lunga discesa per entrare nella piana di Narni e Terni. Viste le caratteristiche simili alla tappa precedente, anche questa sembra essere destinata nuovamente a dare spazio agli sprinter. La corsa continuerà con le ultime quattro tappe: Cascata delle Marmore – Bellante (202 km), Serro – Fermo (155 km), Apecchio – Carpegna (213 km), San Benedetto del Tronto – San Benedetto del Tronto (159 km).

La stagione del grande ciclismo è appena iniziata e Siena e la sua provincia sono pronte nuovamente ad accoglierlo.

Claudio Bicchi

 

Galleria Fotografica

Web tv