LUNEDÌ BASKET: SCONFITTE AMARE PER VIRTUS E COSTONE

News inserita il 28-11-2022 - Sport Siena

Ko le due squadre senesi. La Mens Sana posticipa a mercoledì la trasferta a Lucca 

Altro weekend negativo per le squadre senesi di C Gold. In attesa del risultato della Mens Sana, che sarà impegnata mercoledì alle 21 a Lucca, brutte battute d'arresto per Virtus e Costone. La Stosa cucine finisce KO in casa contro l’Olimpia Legnaia in un match il cui andamento è stato piuttosto simile a quello del derby contro la Mens Sana: dopo essere finita infatti sotto anche di 14 punti, la Virtus ha stretto le maglie in difesa e, spinta dai canestri di Bartoletti e Olleia, si è rifatta sotto nel punteggio. Nel finale punto a punto, però, i fiorentini hanno sbagliato di meno e, grazie a una tripla dall'angolo di allo scadere dei 24” di Sakellariou, il migliore dei suoi, sono portati sul 71-73 dopo che la Virtus, a seguito di un tiro libero di Costantini per un fallo tecnico fischiato alla panchina ospite aveva ritrovato, dopo tanto tempo, il vantaggio. Nell’ultima azione i rossoblù hanno avuto per due volte la palla per impattare il match ma, prima Caridi da sotto e poi Costantini sul rimbalzo offensivo, hanno mancato il canestro del pareggio. Il Costone non ha confermato la vittoria di mercoledì, incappando in una brutta sconfitta in quel di Livorno, regalando così i primi due punti stagionali al Don Bosco. Priva pure di Banchi, costretto ai box dall’influenza, la Vismederi sembrava partire con il piede giusto, ed il parziale iniziale di 11-0 pareva spianare la strada agli uomini di Fattorini. Da quel momento, l’ attacco giallo verde si è bloccato ed i padroni di casa hanno chiuso avanti la prima frazione. Nel secondo quarto, il vantaggio si è dilatato superando le dieci lunghezze. Con un sussulto di orgoglio, il Costone ha provato a rientrare in gara sino al -4 della terza sirena. Un contro break iniziale di 5-0 ha chiuso definitivamente la partita che si concluderà con il punteggio di 84-71.

Negli altri campi, Coach Pinelli di Prato chiedeva una risposta dai suoi dopo l’inopinata sconfitta del turno infrasettimanale contro Agliana, ed i Dragons hanno risposto presente, facendo la voce grossa sul campo di Valdisieve, stesa per 104-62. Chi, invece, entra di diritto nel novero delle big del campionato è Quarrata che espugna il parquet di Cecina per 70- 67, comandando per gran parte del tempo e dedicando il successo ad Agnoloni, infortunatosi seriamente durante il match. Tutti da raccontare gli ultimi secondi: sul -1 a quattro secondi dal termine, la tripla del vantaggio di Cecina viene letteralmente sputata dal ferro. Il 2/2 di Regoli dalla lunetta a due secondi e un decimo dalla fine sembrerebbe chiudere ogni discorso ma Bruni riceve palla, si alza dal cerchio di centrocampo ed infila la preghiera del potenziale pareggio che gli arbitri però, correttamente, annullano poiché scoccata dopo il suono della sirena. Castelfiorentino soffre le pene dell’inferno prima di sbancare il parquet della Synergy Valdarno, ma con questo successo si prende la vetta in solitaria della classifica; dopo un inizio equilibrato, i fiorentini sembravano aver portato la partita dalla loro parte grazie ad un terzo periodo autoritario, chiuso sul + 15. Qui, invece, è venuto fuori il carattere della Synergy che ha crivellato la retina avversaria di canestri, riportandosi addirittura in parità 30 secondi dalla fine. Ci ha pensato Scali, con un tiro da sotto, a far gioire la ABC con il canestro del 92 a 90 finale. La Spezia si conferma nelle parti alte della classifica, imponendosi di autorità sul campo di Altopascio 67-79, grazie al trio Vignali, Balciunas, Bolis, autori di 60 dei 79 punti di squadra. Pesante vittoria, nel punteggio ma anche ai fini della graduatoria di Agliana che con un perentorio 95-64 si è sbarazzata di Arezzo, sconfitta dopo quattro successi consecutivi.

Prossimo turno ostico per le tre senesi di C Gold: la Mens Sana ospiterà una Synergy Valdarno che, come dimostra il risultato di sabato, non merita certamente la posizione in classifica atattuale; partita a dir poco proibitiva per il Costone che al Pala Orlandi riceverà una Cecina intenzionata a riscattarsi dopo il passo falso interno interno contro Quarrata, che riceverà, nel fortino del Pala Melo, la Virtus.

 

Galleria Fotografica

Web tv