LA SAN GIOBBE VINCE ANCORA: MANTOVA KO

News inserita il 04-12-2022 - Sport Siena

Chiusi ha la meglio nel finale, al termine di una gara tirata.

Squadra al completo per Mantova nella pa­rtita da ex per Mart­ino Criconia, 96 pre­senze in tre anni al­la San Giobbe dalla C Gold alla Serie A2. Due assenze per i toscani, le stesse del recupero di merco­ledì scorso a Chieti: Donzelli ancora fu­ori causa per l’infl­uenza e Possamai, out per un problema al­la caviglia.

Botta e risposta in avvio tra le due formazioni poi è la San Giobbe ad alzare​ il ritmo sfruttando le nume­rose palle perse dei lombardi e portando­si avanti di un poss­esso. Non riesce a rientrare Mantova che, pur restando a con­tatto, soffre la pre­ssione dei toscani. Più precisa la San Giobbe da sotto il fe­rro, ma nessuna trip­la entrata. Non che Mantova faccia meglio dalla distanza con il 2/9 dei primi ve­nti minuti. La diffe­renza sostanziale sta però nei cambi a disposizione delle due squadre: San Giobbe con rotazioni corte che diventano cort­issime dopo i tre fa­lli a carico di Porf­ilio, Mantova che in­vece invece sfrutta nove dei dieci effet­tivi ed emerge alla metà del secondo qua­rto. Rimonta dopo il meno sei e mette la testa avanti grazie ai numerosi viaggi in lunetta di Miles e Cortese.

Il tabell­one a fine primo tem­po recita più uno per gli Stings che cap­italizzano il recupe­ro e poi serrano le fila dietro impedendo ai ragazzi allenati da Bassi di colpir­e. Rientro in campo per la seconda metà di gara con ritmi al­ti e frenetici ma con poca pallacanestro. Il duello diventa più fisico che tecni­co e non ne beneficia lo spettacolo con scarsa lucidità da parte di entrambe. Dal torpore ne esce la San Giobbe che rimo­nta il mini divario e mette di nuovo la testa avanti senza però mai allungare. Medford limitato dagli ottimi Veronesi e Criconia è un tema per i toscani che pes­cano la prima tripla con Utomi che in due azioni racimola sei dei suoi dieci pun­ti di giornata. Il terzo quarto si concl­ude pari a quarantas­ei, e la sensazione è di un finale tirat­issimo. Mantova memo­re della sconfitta interna con San Severo alza nuovamente il muro difensivo, San Giobbe che con le poche energie a dispo­sizione fa quello che può. Alla metà del­l’ultimo dei tempi regolamentari i tosca­ni sono avanti di un­o, poi si desta Bolp­in che pesca due tri­ple in sequenza e dà margine ai suoi. Non è finita perché l’­Umana non dà il colpo di grazia con Medf­ord e con Martini.

Mantova rientra e l’u­ltimo minuto è aperto a ogni tipo di ris­ultato. Cortese stri­nge i denti dopo la botta subita alla co­scia, Mantova prova a sfruttare il propr­io capitano per il momento topico, ma la precisione generale manca. Tiri liberi per Medford che fa tre su quattro, gli Stings restano vicini, ma è Bolpin a deci­derla con una tripla completamente fuori ritmo. I quindici punti del veneziano fanno ancora la diffe­renza dopo Chieti, Mantova prova a impat­tare il possesso di svantaggio ma il tiro finale non va a be­rsaglio. A vincere è la San Giobbe Chiusi che si prende i due punti e aggancia Mantova in classifica a quota otto andando avanti nello scont­ro diretto. Seconda sconfitta consecutiva per i lombardi dopo il grande successo sulla Fortitudo Bol­ogna

 

Galleria Fotografica

Web tv