SIENA NOTIZIE NEWS

BLOCK NOTES: BANCA CARIGE SORELLA DEL MONTE DEI PASCHI

News inserita il 10-01-2019

Allora Padoan aveva lavorato bene. Riconosciamo all'ex Ministro del Governo Gentiloni di aver operato correttamente per mettere in atto il decreto che di fatto ha salvato il Monte dei Paschi. Lo stesso decreto “copia e incolla” viene in tutta fretta ripreso dal Governo Pentastellato per togliere dalle guazze la Banca Carige che la Commissione Europea aveva posto in Amministrazione Controllata. La mia non è assolutamente una constatazione polemica e politica. E' solo una constatazione di fatto. Questo non vuol dire che il Monte dei Paschi troverà entro il 2021 un approdo felice ad una navigazione che continua ad essere costellata di pericoli con la Borsa che non premia quasi mai le mosse e i progetti di Morelli e non vuol dire nemmeno che Carige avrà un futuro sereno. Ma la strada era segnata e allora riconosciamo a Padoan di aver costruito un decreto credibile, anche se il tutto poteva essere fatto molti mesi prima senza costringere il Monte a tentare da solo una improbabile ricapitalizzazione.
E veniamo ora a cose che hanno attinenza sul nostro vivere quotidiano. Sembra che in Comune stiano pensando seriamente a mettere mano all'annosa situazione degli attracchi alla città. Sono 71.000 le auto che giornalmente entrano in città e si contano in centinaia i pullman turistici che, soprattutto nei mesi primaverili ed estivi, prendono d'assalto le nostre mura.
In attesa di leggere il progetto definitivo mi pare che costringere alla sosta nei diversi fagioloni di Pescaia i bus turistici, provvedendo poi con tutta una serie di nuovi minibus a trasportare i turisti all'interno della città murata sia una cosa buona e giusta.
Si parla inoltre di allestire negli spazi della ex Sita un parcheggio per circa 400 vetture che avrebbe senz'altro lo scopo di decongestionare l'intera zona di San Prospero.
In attesa di leggere gli atti esecutivi, non posso che dichiararmi a favore, per quanto poco conti, delle idee messe in campo.

Chiudo con un pensiero a Roberto Pianigiani, l'ex Capitano del Valdimontone scomparso in questi giorni. L'ho conosciuto da vicino e l'ho sempre considerato una persona per bene. Era figlio di Dedo Pianigiani il mitico proprietario dei barberi da Palio più forti, tra gli anni cinquanta e sessanta. Nonchè Capitano plurivittorioso nel 1946, 1950 e 1958.
Roberto aveva provato per un breve mandato a guidare la sua Contrada per tornare umilmente alla condizione di Contradaiolo, anche se restava fra i Maggiorenti. E forse quelli del Contradaiolo sono i panni che ha indossato con più entusiasmo. Che la terra ti sia lieve.

Roberto Morrocchi

 

Galleria Fotografica

Web tv