ARRIVANO I FONDI PER IL COMPLETAMENTO DELLA VARIANTE DI SAN GIMIGNANO

News inserita il 13-07-2022 - San Gimignano

La nuova arteria potrà essere aperta al traffico, salvo imprevisti, nei primi mesi del 2023

Con 1,4 milioni di euro la Regione Toscana consente di terminare i lavori per la variante di San Gimignano che nei primi mesi del 2023, salvo imprevisti, potrà essere aperta al traffico. La nuova arteria stradale collegherà la SP 47 di Castel San Gimignano e la SP69 di Cellole, bypassando l’abitato: circa 2,3 chilometri con il tracciato stradale in gran parte in fondo valle con due tratti in galleria artificiale per il superamento della conformazione orografica della zona territoriale di Santa Chiara. La progettazione dell’opera è della Provincia di Siena per un importo complessivo di oltre 13milioni di euro. “Il completamento di quest’opera – ha spiegato il presidente della Regione,  Eugenio Giani - è una priorità per la tutela di un  Sito UNESCO straordinario; ecco quindi l’impegno a finanziarne la conclusione  e rendere così possibile l’apertura della variante nel 2023. In questo modo – ha proseguito Giani - si valorizza la meravigliosa città di San Gimignano, liberando dal traffico le mura storiche. E penso anche ai benefici ambientali – ha aggiunto ancora Giani-: diminuzione dell’impatto acustico e di inquinamento grazie al minor numero di macchine e soprattutto di veicoli pesanti che non transiteranno sotto le mura. So che il territorio sta aspettando da tempo il completamento dell’opera, un valore aggiunto per tutta la Toscana”. La Provincia fa sapere che dal 2019 i lavori sono ripresi con la necessaria continuità e la loro esecuzione, per gli appalti sino ad oggi contrattualizzati relativi alla realizzazione dell’infrastruttura stradale, sono in avanzata fase e prossimi alla loro ultimazione. Sono state terminate le due gallerie, così come l’intero piano viabile risulta pressoché completato. Sono da completare lo strato finale della pavimentazione stradale, le opere di finiture relative alle barriere stradali di perimetro, la segnaletica verticale e orizzontale, e quelle di riprofilatura delle porzioni della pertinenza stradale. Conclusi gli appalti in corso, sarà necessario procedere con l’affidamento per l’esecuzione dell’impianto di illuminazione delle gallerie, che consentirà, ad opera ultimata e collaudata, l’apertura e la fruibilità dell’infrastruttura stradale.

 

Galleria Fotografica

Web tv