SIENA NOTIZIE NEWS

ALLEGRIA E TRADIZIONE PIANESE CON "LA SUPERCALZA DELLA BEFANA DELLA ROCCA"

News inserita il 04-01-2016

La vecchina porta il freddo ma spazza via le nuvole, per donare dolci e avviarsi verso le Miniere del Siele.

 

Una “Befana della Rocca” più forte del maltempo di questi giorni, che, per dispetto, sembrava voler infastidire il volo della simpatica sulla sua scopa di saggina, che, magicamente, è riuscita a far splendere il sole in una giornata piuttosto fredda e ventosa, come spesso accade da queste parti.

Una Befana e la sua “SuperCalza” che, inserita da subito nel programma delle Feste di Natale del comune di Piancastagnaio, si è presentata in anticipo, visto il ricco programma di eventi nei prossimi giorni, che, proprio nel giorno dell’Epifania, il 6 Gennaio, una delle feste precetto più significative della Cristianità, vedrà il comune amiatino impegnato, nella registrazione della trasmissione RAI “Mattino in Famiglia”.

Una giornata all’insegna dell’allegria, tradizione ed impegno, voluta dagli ideatori Vittorio (ancora una volta Elfo della festa) e Diana Perini, titolari del Bar “La Rocca” di Piancastagnaio, realizzata in accordo con la Contrada di Castello attraverso “Il Roccone”. “La Befana della Rocca”, ha presentato, come ogni anno, motivi di novità che van visti, a nostro parere, non come cambiamenti rispetto al passato, ma come ulteriori proposte da aggiungersi alle precedenti.

Quest’anno, la novità, vista l’anticipazione dei tempi per i motivi suddetti, è stata quella di inserire nella festa “Aspettando la Befana…”, una bella iniziativa che ha coinvolto i bimbi delle scuole elementari e materne di Piancastagnaio. A questi, negli ultimi giorni di scuola prima delle festività natalizie, sono stati consegnati degli appositi fogli (vedi immagine) sui quali poter disegnare, con la propria fantasia, rappresentazioni sulla festa della Befana, così da poterli poi attaccare su parte della “SuperCalza”, costruendo così un “SuperPuzzle”.  E così è stato. Decine di disegni sono stati apposti sul “piedone” della SuperCalza, quest’anno stesa non dalla Rocca, residenza della “Rocca di Babbo Natale”, ma dal balcone della Contrada di Castello fino a distendersi,  nella Piazza.
“Aspettando la Befana” ha dato anche il senso della festa, preludio, come indicato dagli organizzatori, alla Befana del Siele di domenica 10 gennaio, quando, presso il villaggio del giacimento minerario di Piancastagnaio, ci sarà la festa in ricordo del vecchio Direttore delle miniere di cinabro, Dottor Tamburrano. Un appuntamento organizzato dal Parco Nazionale Miniere dell’Amiata, originariamente voluto dal Sindaco di Piancastagnaio, Luigi Vagaggini, che, assieme ai Sindaci di Santa Fiora e Castell’Azzara, ritroveranno i nipoti e pro nipoti dei minatori a ricordo di quel che accadeva fino alla fine degli anni ’60, in una giornata che, anch’essa, si presenta di serenità nel ricordo di un passato più vicino di quanto possa sembrare.
Un momento che, sicuramente, regalerà sorprese e soprattutto amicizia, concordia e gioia per tutti, così, come del resto, già accaduto nella prima edizione di un anno fa..

“Aspettando la Befana…”, dunque, una bella novità che, al di là delle necessità di calendario, è andata ad aggiungersi alle due precedenti: la SuperCalza calata dalla cima del mastio della Rocca da guinness dei primati del 2014 (ben 36 metri di lunghezza!) e la “SupeCalzaMobile” di un anno fa, arrivata in piazza su dei piccoli vagoncini, come di un treno, come ha ricordato la presentatrice Giulia Venier, che, con Giacomo Sbrolli ed il sempre presente Corrado Costa, ha guidato il nutrito gruppo dei contradaioli del Roccone.

Una Piazza Castello gremita da diverse decine di persone e soprattutto di cittini che, incuranti del freddo, hanno atteso il loro momento attaccando i propri disegni sulla Befana, ballando felici con in mano il piccolo dono ricevuto di peluche, dolciumi e chicchine ricevuto dagli organizzatori. Il tutto all’ombra di una Rocca dedicata quasi interamente al mondo incantato di Babbo Natale, ricca anche oggi di visitatori. Babbo Natale e la Befana, quasi a guardarsi un l’altro, intendendo l’inizio e la fine delle feste natalizie che, quest’anno, hanno presentato Piancastagnaio, con indubbia veste e spirito nuovo, all’attenzione di numerosi ed imparagonabili visitatori rispetto al passato in quantità e qualità.

Una Befana, che si mostrerà alle Tre Case ed al Saragiolo di Piancastagnaio nell’antica tradizione delle “Befanate”, durante la tarda serata del prossimo 5 gennaio.

Fonte e foto: www.amiatanews.it 

 

Galleria Fotografica

Web tv