SIENA NOTIZIE NEWS

TERRE DI SIENA FILM FESTIVAL, IL PROGRAMMA DELLA TERZA GIORNATA

News inserita il 30-09-2015

Dopo il grande successo dell’anteprima nazionale di “Io e lei”, il film diretto da Maria Sole Tognazzi con Margherita Buy e Sabrina Ferilli, anche la terza giornata della 19. Terra di Siena International Film Festival si presenta molto ricca di novità. Dopo il cortometraggio “The Coltrane Code”, sarà il documentario “Dignity” di Monica Mazzitelli ad aprire il pomeriggio al cinema Nuovo Pendola. “Dignity” è la storia di venti ragazze e di uno spicchio dell’Africa, Chitima, un piccolo e insalubre paese del Mozambico. Molte di loro sono orfane, tutte vivono in condizioni estremamente disagiate, ma hanno tutte una gran voglia di imparare un mestiere, cambiare vita, saldare ex novo affetti mai avuti e costruire sempre ex novo relazioni importanti che possano dar una svolta alla propria vita. Purtroppo, però, non tutte riescono a raggiungere questi obiettivi, e la delusione della regista è grande, perché queste ragazze, oltre a filmarle, le ha conosciute personalmente grazie alla ong "O Viveiro” (“il vivaio”, in portoghese) che gestisce un centro di accoglienza proprio a Chitima. Immagini cinematografiche eleganti e potenti, dove a farla da padrone è l’Africa e i suoi conflitti. Per la sezione “Panorama Europa” spazio al cinema svedese con “Stockholm Stories” di Karin Fahlén con Martin Wallström, Jonas Karlsson e Cecilia Frode, un dramma comico a più trame che racconta la vita di cinque persone nel mese di novembre: Johan, ossessionato dalla sua teoria sulla luce urbana e le tenebre, Douglas, innamorato di Anna, appena mollata e attualmente senza casa e Jessica, alla quale viene negata l'adozione perché non ha amici e Thomas, distratto dal suo lavoro al ministero per una lettera d'amore casualmente inviata. Alle 18.30, in concorso, “Emoticon:)” di e con Livia De Paolis, attrice e autrice italiana residente negli Usa. Livia analizza il neolinguaggio delle famose “faccine” in grado di “riassumere” attraverso una semplice iconcina cosa (realmente?) proviamo. Un fenomeno che sta cambiando il nostro modo di relazionarci con gli altri, ma anche di fare le cose, oppure di farle fare a qualcun altro. Elena Gallenti, da lei interpretata, che studia con passione, durante il suo dottorato di ricerca in antropologia, queste nuove modalità di comunicazione, tenta di decifrarle al meglio con l’aiuto dei figli adolescenti del suo compagno, molto più anziano di lei. Infine, il lungometraggio “In the morning”, racconto di una giornata nella Grande Mela vissuta da un gruppo di persone. A New York troviamo Harper, Ravi, Fez, Bly e Amara, Malik, Cadence, Zuri e Leal. I primi cinque, dopo essersi riuniti per dire “arrivederci” a uno di loro che si sta per trasferire altrove, si interrogano sull’amore, sulla vita, sul matrimonio e sui compromessi da fare. Malik e Cadence sono una coppia che vuole dirsi addio un’ultima volta per porre definitivamente fine a una relazione piena di tensioni, paure, obblighi e rimpianti. Zuri e Leal cercano una soluzione alternativa alla loro vita che, per tutti i personaggi, cambierà la mattina seguente. A chiudere la giornata “Eden Lake” di James Watkins con Kelly Reilly, Michael Fassbender e Jack O’Connell. Per quanto riguarda i cortometraggi, saranno proiettati, oltre a “The Coltrane Code” anche “Il sarto dei tedeschi”, “Awestruck” e “Doppia Luce”.
Questi gli ospiti del Terra di Siena International Film Festival che saranno presenti in sala: Monica Mazzitelli, regista di “Dignity”, Livia De Paolis, regista di Emoticon:), Salvatore Striano, attore del corto “Doppia Luce” e protagonista di “Cesare deve morire” dei fratelli Taviani e Nefertite Nguvu, regista di “In the morning”.

 

Galleria Fotografica

Web tv