SIENA NOTIZIE NEWS

SAN QUIRICO: PRESENTAZIONE DEL LIBRO DI GIORGIO CIACCI

News inserita il 12-09-2015

Affronta temi di grandissima attualità e urgenza, come quelli dell’alimentazione e dell’educazione dei bambini alla nutrizione per un futuro più sostenibile e in salute, l’ultimo libro di Giorgio Ciacci “Buono come a mensa” (Edizioni Luì) che verrà presentato a Bagno Vignoni (Siena) domenica 13 settembre alle ore 16.50 nell’ambito della fiera “I Colori dei Libri”. La presentazione sarà moderata da Ugo Sani, Assessore alla Cultura del Comune di San Quirico d’Orcia, con la partecipazione degli Autori e del Presidente di Amici per Sempre Carlo Capeglioni.

Ciacci, – medico endocrinologo di Sarteano, docente in corsi di formazione sugli stili di vita e l’educazione alimentare, coautore del volume “Le sfide dell’educazione alimentare” a cura di Laura De Gara e membro del comitato scientifico di Amici per sempre, cassa mutua di Banca Valdichiana – si è sempre occupato di educazione alimentare in maniera particolare dei bambini della scuola primaria avviando prima, nel 2002, il progetto “Mangiocando” in collaborazione con Marilisa Cuccia Abbazia di Spineto a Sarteano e poi nel 2013, con Elea Onlus di cui è presidente, il progetto “Il Circo del Gusto” in collaborazione con alcuni comuni e scuole primarie del sud della Toscana.

Con questo libro, pubblicato grazie al sostegno di Banca Valdichiana e della sua Cassa mutua Amici per sempre, Giorgio Ciacci ordina, raccoglie e amplia questi temi proponendo al grande pubblico un’occasione di approfondimento e un punto di vista differente. L’autore accoglie infatti nel volume i contributi di esperti in altre discipline, - Francesca Allegri, Doris Kessenich, Monica Rossi e Vittoria Senes, rispettivamente cibo e arte, psicologia dei disturbi alimentari e architettura – cercando di dare un contributo a insegnanti e genitori nella conoscenza e consapevolezza dell’utilità e piacere del cibo come strumento di salute e cultura, a scuola e a casa. Questo grazie alla fattiva collaborazione e attività della scuola e della famiglia al fine di trasmettere alle nuove generazioni concetti e strumenti utili per il loro futuro e quello dell’ambiente, considerando così  l’uomo in tutta la sua interezza.

“In una società come la nostra, - spiega l’autore – in molti si sentono esperti di cibo, capaci di conoscere la quantità esatta delle calorie e la composizione di ogni alimento; in tanti si sono però  dimenticati del cibo vero, quello che non solo ci nutre ma fa parte della nostra storia personale. Per queste ragioni, in questo libro non si parla di carboidrati, proteine o lipidi, non si parla del licopene del pomodoro e del suo potere antiossidante, ma si riparte da zero. Consapevoli di tutta la complessità della questione. Quando si parla di cibo infatti dobbiamo farci delle domande, chiederci da dove viene, perché l’abbiamo scelto e per chi l’abbiamo preparato, quali emozioni e quali ricordi ci faccia tornare in mente; interrogarci su quale rapporto abbiano i nostri figli con esso, comprendere perché rifiutino alcuni alimenti e ne prediligano altri. Soprattutto dobbiamo pensare a cosa possiamo fare per favorire una crescita sana dei bambini; cosa possono fare la scuola e le istituzioni per tutelare la salute dei piccoli che saranno i grandi di domani; cosa possiamo fare tutti per insegnare alle nuove generazioni come tutelare l’ambiente in cui viviamo e come prendersene cura. Questo si propone il libro.”

Circa 800 milioni di persone nel mondo soffrono di fame cronica e 2 miliardi sono malnutrite mentre più o meno la stessa cifra rappresenta al contrario la popolazione in soprappeso od obesa e, a fronte di questi numeri, 1,3 miliardi di tonnellate di cibo vengono sprecate ogni anno, nella catena dalla produzione al consumo. Nell’attuale sistema alimentare sempre maggiore è diventata la distanza tra le persone e le fasi di produzione del cibo, sia nei luoghi che nei concetti. La grande questione alimentare globale è ormai aperta.

“Il nostro desiderio, - dice Giorgio Ciacci, - attraverso i progetti e questo libro, è quello di collaborare con insegnanti e genitori, per fare in modo che prima possibile si acquisisca un sano stile di vita, promuovendo una dieta che sia adeguata dal punto di vista nutrizionale, che usi in modo efficiente risorse umane e naturali e che rispetti la biodiversità e gli ecosistemi. Pensiamo che sia necessario partire dalla scuola, dove i bambini trascorrono una parte importante del loro tempo. Pensiamo che far conoscere e diffondere una dieta sostenibile sia un dovere e un compito da assumere da parte di tutti noi, dalle famiglie alle istituzioni, dalle industrie alla scuola in un processo circolare senza limitazione di impegno, convinzione e passione”.

Il volume è stato pubblicato grazie al sostegno di Banca Valdichiana, attraverso la sua Cassa mutua Amici per sempre: “Il tema della nutrizione è fondamentale per il futuro dell’umanità, - sottolineano la presidente Mara Moretti e il direttore Fulvio Benicchi per Banca Valdichiana e il presidente Carlo Capeglioni per Amici per sempre, – per questo è stato posto come cardine di Expo 2015. Dal corretto utilizzo delle risorse alimentari dipende la salute dell’umanità intera. E’ nostro dovere impegnarci affinché queste questioni siano affrontate nella maniera più corretta e l’educazione rappresenta per questo il passo più importante. Partendo dalle scuole infatti, si possono formare i futuri componenti delle famiglie che potranno avere un rapporto con la nutrizione più giusto di quello odierno. Questa pubblicazione rappresenta per noi una testimonianza importante dell’impegno della nostra banca e della cassa mutua nei confronti del miglioramento delle condizioni di vita della comunità in cui svolgiamo la nostra attività, con attenzione particolare ai bambini e al loro futuro”.

 

Galleria Fotografica

Web tv