SIENA NOTIZIE NEWS

MUSICA E POESIA SI INCONTRANO AL FESTIVAL DI MURLO

News inserita il 13-07-2017

Spettacolo inedito con l’autore delle musiche di “Mediterraneo”

 

 

L’inedita collaborazione tra un compositore pop e un poeta classico, rispettivamente Marco Falagiani e Pier Luigi Berdondini, ha generato “Amare Velia”, spettacolo creato appositamente per Bluetrusco. La formula del concerto, in programma venerdì 14 luglio (ore 21,45) al castello di Murlo è un intreccio di musica e parole ispirate a valori, bellezza e temperamento di Velia, donna etrusca, bella, colta, indipendente. “Amare Velia” è anche storia dei nostri giorni: del fascino delle donne toscane che di Velia indossano audacia e acutezza, bellezza tirrenica, carattere armonico e sobrio. Sono donne narrate proprio dalle canzoni di Marco Falagiani (talvolta scritte con Giancarlo Bigazzi) e dai testi di Pier Luigi Berdondini.

Marco Falagiani, compositore, pianista, cantante, interpreta nella serata murlese il proprio repertorio, di brani che hanno fatto la storia della canzone italiana tra gli anni Ottanta e i nostri giorni, come la colonna sonora del film, premio Oscar, “Mediterraneo” e canzoni portate al successo da Mia Martini, Anna Oxa, Baldi, Masini, cantate da Valentina Galasso. La fusione con le poesia crea una nuova trama sonora, grazie all’intervento di Pier Luigi Berdondini, poeta e collaboratore per melologhi e teatro musicale di noti compositori italiani di musica classica.

Il concerto per voci, pianoforte e poesia, previsto a Murlo si sviluppa in dieci quadri, con i brani: Nel blu senza età; Tema di Vassilissa; Crete di terra a fiorire; Mediterraneo; Le foglie degli eucalipti; Kamir; Passerà; Babelé; Non è notte non è giorno; Dimmi labbra. Prima del concerto (ore 18) Bluetrusco offre la parte propriamente archeologica, accanto al museo-antiquarium di Poggio Civitate: si parlerà di Murlo, Chiusi e Orvieto. Lea Cimino (Docente di Etruscologia e Antichità Italiche presso l’Università per Stranieri di Siena), Giuseppe Della Fina, Giulio Paolucci (direttore del museo archeologico di Chianciano Terme). Quindi, un incontro su Cerveteri, metropoli mediterranea, con Alessandro Naso (direttore dell’Istituto di Studi sul Mediterraneo Antico del Cnr).

 

 

Galleria Fotografica

Web tv