TORRITA BLUES

POPA CHUBBY INFIAMMA, SUPERDOWNHOME SORPRENDONO: IL TORRITA BLUES PARTE BENE

News inserita il 23-06-2018

E stasera arrivano gli Animals and Friends con John Steel e Mick Gallagher tra i membri originari.

La musica rende giovani, in eterno. Trent'anni per un festival è un traguardo che non sono in molti a poter vantare. Alcuni alzano bandiera bianca prima: troppo difficile mandare avanti il tutto come si deve. Ci vuole tempo, passione, ricambi e risorse. Qualità che non mancano agli eterni ragazzi del Torrita Blues che ieri hanno dato il via alla due giorni di concerti dopo il gusto antipasto, pardon cena, del giovedì.

Il "warm up" è dei Fog Eaters che hanno avuto la soddisfazione di aprire la serata che all'inizio prometteva poco bene dall'alto: nuvole gonfie e quella pioggerella dopo la breve, ma intensa, precipitazione scesa giù alle prime ore della sera. Ma i duri e puri non mollano mai, ed alla fine Piazza Matteotti ha avuto il suo bel colpo d'occhio. Il venerdì, d'altronde, ha storicamente regalato nottate di musica memorabili e belle sorprese. Come, ieri sera, quella regalata dai SuperDownHome, band formata nel 2016 da Henry Sauda (voce e chitarra) e Beppe Facchetti (batteria). Eleganti, precisi e capaci, pur nel loro stile minimal, di cambiare repentinamente registri e atmosfere. I due hanno all'attivo un buon numero di esperienze in altri progetti e si vede che le varie collaborazioni hanno arricchito il loro backgriund musicale. Bel concerto.

Poi arriva lui, Popa Chubby. Un ritorno al Torrita Blues per questo personaggio che non passa certo inosservato: stazza imponente, pizzetto, testa rasata, tatuaggi e una chitarra che non conosce confini stabiliti. Chubby, assistito dalla sua affiatata band, è un battitore libero. Parte con Jimi Hendrix e poi prosegue per la sua strada. Salta l'amplificatore e nessuno sembra quasi accorgesene. Un concerto muscoloso e dalla grande energia. E stasera arrivano gli Animals and Friends con John Steel e tra i membri originari e un talento come Mick Gallagher.

Luca Stefanucci

 

Galleria Fotografica

Web tv