SIENA NOTIZIE NEWS

BLOCK NOTES: IN ITALIA FESTE, EVENTI, MANIFESTAZIONI E SAGRE. E IL PALIO?

News inserita il 10-09-2021 - Palio - Rubrica Block Notes

Siena, la sua gente e le Contrade devono essere relegate in castigo per quanto tempo ancora?

La Biblioteca degli Intronati ha trovato i finanziamenti per rifarsi il trucco. Una nuova sala di lettura, scaffali aperti e nuovi spazi al secondo piano dell'ex Istituto d'Arte. Voglio sperare che il Comune di Siena trovi anche le risorse e la voglia per tinteggiare tutta la facciata degli Intronati che da tempo immemore aspetta un intervento in questo senso, visto lo stato in cui versa la struttura che non depone certo a favore del buon decoro urbano di una città, la nostra, che avrebbe invece bisogno urgente di soluzioni architettoniche oramai improcrastinabili. E nel mazzo inserisco anche il Fosso di Sant'Ansano con la struttura esterna del vecchio Santa Maria che aspetta da decenni di essere tamponata e bonificata.

Ecco la questione del decoro urbano deve diventare per l'amministrazione comunale e per tutti i Senesi una nuova battaglia da fare e vincere.

Sul Monte dei Paschi prosegue la guerra fra le varie fazioni in campo in attesa delle elezioni suppletive del 3 e 4 ottobre per uno strapuntino profumatamente pagato alla Camera.

Matteo Salvini e i suoi starebbero raccogliendo le firme da consegnare poi a Mario Draghi affinché la Banca più antica del Mondo resti in piedi da sola o insieme ad altre banche minori, mantenendo sportelli dalla Toscana alla Puglia, il suo “stemma” - il marchio lo lascio a biscotti, acque minerali e confezioni – e salvando tutti o quasi i posti di lavoro. Letta con fare serioso accusa Matteo di fare solo propaganda per un terzo polo irrealizzabile. Intanto ad Unicredit sarebbe stata concessa una proroga per portare a termine il “data room”, magari fino a dopo le “suppletive” tanto per togliere l'olio dai fiaschi di vino e non inquinare troppo il dibattito politico.

C'è chi parla della resistenza dello stemma “Mps” almeno in Toscana e chi fa del terrorismo sbandierando i seimila esuberi che Unicredit pretenderebbe per fare i “suoi” affari.

La città, direi come sempre, resta alla finestra, a guardare ed aspettare che altri si dividano il bottino. E non sembrano approdare a fatti concreti le prese di posizioni dell'Associazione Pensionati del Monte e di altri gruppi che via via partoriscono documenti e fanno sentire le loro voci.

Ed io torno a dire che le sorti del Monte andranno a pesare maledettamente sulle sorti della nostra città. Nessuno si illuda, pensando al turismo e al polo farmaceutico che avranno certo un peso sul nostro futuro, ma mai surrogando quello di Banca e Fondazione.

L'ultimo pensiero va al Palio. Vedendo in diretta televisiva l'aretina Giostra del Saracino mi sono sentito, da semplice cittadino e contradaiolo, preso letteralmente per i fondelli. Una piazza e le tribune stracolme di gente con tantissime persone che gremivano gomito a gomito le strade adiacenti. E c'è scappata pure una bella scazzottata fra rioni.

A Venezia si era tenuto lo sposalizio del mare e la regata storica e poi quella competitiva.

Domandina facile facile, ma il Magistrato delle Contrade di casa nostra ha fatto o no sentire la sua voce? Chiedendo magari che, dopo anni, si metta fine alla querelle giudiziaria che angustia tanti nostri ragazzi. Insomma Siena, il Palio, la sua gente, le Contrade devono essere relegate in castigo per quanto tempo ancora? Sic e simpliciter.

Roberto Morrocchi - foto: giostradelsaracinoarezzo.it

 

Galleria Fotografica

Web tv