SIENA NOTIZIE NEWS

CHIUSI, AL VIA I LAVORI PER I NUOVI PUNTI LUCE AL LED IN TUTTO IL COMUNE

News inserita il 13-08-2021

E' stato presentato in una conferenza stampa all'interno della sala consiliare del Comune di Chiusi, il nuovo piano di illuminazione pubblica realizzato dalle aziende Intesa e Riesco che hanno partecipato al bando di project financing e se lo sono aggiudicate con punteggio molto alto per la qualità del progetto e risparmio economico dell'ente. Un progetto che farà diventare Chiusi il primo comune della zona ad affrontare la transizione energetica con Intesa e Riesco, che porterà sostanziali benefici economici, ma anche enormi benefici all'ambiente, garantendo un risparmio di risorse e un consumo decisamente minore. A fronte di un investimento di 1.822.000, comprendente l'installazione di lampade a led con efficienza energetica, conformi alle norme e potenziamento dell'illuminazione, soprattutto nelle frazioni, per un contratto di diciannove anni con canone annuo di 265.00 euro (pagabile in tre quote), verrà registrato un risparmio netto di 87.000 euro all'anno nei primi diciannove anni ai quali si aggiungeranno 28.000 euro all'anno per cinque anni di certificato bianco e di 245.000 euro dal ventesimo anno. Con questa soluzione la Città di Chiusi, con oltre 2600 punti luce, avrà un risparmio di 1.160.000 kw/h a fronte di 1.430.000 kw/h del consumo attuale, di 216 tep (tonnellata equivalente petrolio), 1.620 barili (otto autotreni di petrolio) a fronte di 268 tep, 2010 barili attuali, 518 tonnellate di Co2 a fronte delle 643 tonnellate di adesso, per un totale del 81% dell'energia risparmiata. Una convenienza che sarà costante negli anni, un risparmio che non decrescerà di un solo centesimo nel lungo periodo; ad aumentare saranno solo i costi di manutenzione, mentre il costo dell'efficientamento energetico verrà abbattuto al diciannovesimo anno. A Chiusi le lampade al Led che verranno installate avranno una efficienza superiore a 140lm/W e un'affidabilità durata garantita L90/B10 (flusso luminoso) di oltre 100.000 ore (30 anni). Un progetto che quindi darà una nuova vita all'illuminazione pubblica della città, che non si limiterà soltanto al Centro Storico e allo Scalo, ma anche alle frazioni. Il contratto è già stato firmato e il progetto è ormai prossimo alla partenza; lavori prenderanno il via nei primi giorni di settembre.

“Il nostro obiettivo era quello di portare una soluzione al comune di Chiusi - dichiara Andrea Monaci di Intesa. Un supporto che potesse portare la cittadina senese verso la transizione energetica. Si tratta di un investimento ingente per il comune che noi abbiamo preso a carico con tutti i rischi, ma con la consapevolezza di poter fare un ottimo lavoro. Mi fa piacere che sia proprio Chiusi il comune apri fila di questo progetto, l’amministrazione ha creduto fin da subito in quanto abbiamo proposto e non posso che essere felice di essere qua per presentare quanto verrà fatto”.

“Chiusi con questo progetto otterrà un risparmio economico notevole e di conseguenza un abbattimento dei consumi - dichiara Attilio Falini di Riesco. L’amministrazione ha fatto una scelta coraggiosa ma intelligente che porterà benefici nel breve tempo, con risparmi immediati di oltre 100.000 euro all’anno ma soprattutto nel lungo periodo, con l’abbattimento di costi fissi e con il mantenimento costante delle uscite. Siamo contenti di partire da Chiusi, oggi siamo qua a presentare un progetto di grande rilevanza che speriamo possa fare anche da cassa di risonanza per il territorio”.

“Una nostra missione, una promessa del nostro mandato amministrativo era proprio quella riguardante l’illuminazione pubblica - le parole del sindaco Juri Bettollini. Saremo il primo comune dell’area che offrirà un progetto di transizione energetica di alto livello, con la quale sostituiremo l’illuminazione di tutto il comune. Un progetto che riguarda la sostituzione completa dei 2600 punti luce del comune, ai quali si aggiungeranno 200 punti in più per un totale di 2800, che si dislocheranno nel territorio tra cui la frazione di Montevenere, che sarà dotata di illuminazione nelle case sparse che oggi sono sprovviste e il Lago di Chiusi nello specifico nell’area del parcheggio. Andando in questa direzione tonificheremo il bilancio senza andare a bussare alle case dei cittadini. Con questa operazione si raggiungono tre obiettivi: interventi di miglioria per illuminazione con anche più sicurezza e servizi, risparmio economico per l'ente e tutela ambientale. Il ringraziamento va all’ufficio tecnico perché questo è uno dei progetti fiore all’occhiello del nostro mandato che ha esaltato le qualità del nostro ufficio. La transizione energetica è stata complessa quanto il palazzetto nuovo per capacità di studio di analisi e di ricerca, quindi all’ufficio tecnico va un ringraziamento enorme. Ringrazio la giunta comunale e tutti quelli che hanno supportato questo progetto”.

 

Galleria Fotografica

Web tv