SIENA NOTIZIE NEWS

POLIZIA, CONTROLLI DEL TERRITORIO: DENUNCIA ED ESPULSIONE DI UN URUGUAIANO

News inserita il 28-11-2015 - Cronaca

Il 31enne si trovava illegalmente nel territorio nazionale.

 

Un servizio straordinario di controllo del territorio è stato effettuato ieri sera a Chiusi e Chianciano Terme dalla Polizia di Stato.
Il dirigente del Commissariato di Pubblica Sicurezza delle due cittadine ha coordinato gli equipaggi impiegati nel pattuglione che hanno battuto a tappeto sia le zone del centro che quelle periferiche.
Particolare attenzione è stata rivolta alle aree adiacenti al casello Autostradale di Querce al Pino, snodo importante dell’A1, con notevole transito di veicoli, in uscita e in ingresso nel territorio della provincia di Siena.
69 le persone identificate nell’ambito del servizio e 40 i veicoli controllati.
Nel corso dei controlli sono stati elevati 5 verbali per altrettanti conducenti che hanno violato il codice della strada.
In particolare, sono state riscontrate due mancate revisioni dei mezzi, un’omissione di trasferimento della proprietà di un’autovettura, una mancata esibizione della carta di circolazione e un fermo amministrativo, con conseguente sanzione “salata”, per un’auto che non era stata sottoposta alla prevista copertura assicurativa da parte del titolare.
Durante il servizio, gli agenti delle Volanti sono intervenuti presso un’abitazione della cittadina termale, inviati dalla Sala Operativa del Commissariato, in seguito ad una chiamata giunta al 113 con la quale venivano segnalati disturbi e schiamazzi da parte di due persone.
Sul posto, presi contatti con l’amministratore del condominio, le persone sono state individuate ed identificate per una donna di 46 anni di origini colombiane, in possesso di permesso di soggiorno e un uomo di 31 anni, con cittadinanza uruguaiana.
Dagli accertamenti immediatamente successivi effettuati dagli agenti è emerso che  lo straniero di 31 anni era rimasto illegalmente nel territorio nazionale.
Nei suoi confronti gravava, infatti, un provvedimento di espulsione con ordine del Questore di Roma a lasciare l’Italia, emesso lo scorso 16 settembre a seguito dell’espulsione disposta nello stesso giorno dal Prefetto della Capitale.
A quel punto i poliziotti del Commissariato lo hanno denunciato e successivamente affidato ai colleghi dell’Ufficio Immigrazione della Questura di Siena che, dopo aver approfondito gli accertamenti sul suo conto, hanno predisposto le pratiche per un nuovo provvedimento di espulsione dal territorio nazionale, eseguito con un nuovo ordine da parte del Questore di Siena Piccolotti.

 

 

Galleria Fotografica

Web tv