DALLA SALA STAMPA, LE INTERVISTE DI ROBUR SIENA-PRATO

News inserita il 20-09-2015 - Robur Siena

Petrillo, Boni, Montipò, Burrai, Atzori nel dopo gara tra Robur Siena e Prato.

(video)

Le interviste nel dopo gara tra Robur Siena e Prato, conclusa con il risultato di 0-0.

De Petrillo – Prato: “E’ stata una partita abbastanza tattica. Nel primo tempo, Piredda ci ha messo molto in difficoltà, la nostra tattica è stata quella di aspettare l’avversario per poi ripartire. Quelle poche volte che lo abbiamo fatto,  abbiamo avuto anche l’opportunità di fare gol e se ci credevamo di più probabilmente potevamo anche vincere. Noi avevamo 5 o 6 giocatori esordienti e non è facile venire a giocarsela in un campo difficile come quello di Siena, rispetto alla gara di Coppa Italia, abbiamo fatto dei passi avanti.”

 

Boni – Prato: “Veniamo da due giornate dove abbiamo fatto ottime prestazioni ma non abbiamo raccolto punti. Siamo molto soddisfatti perchè il nostro obbiettivo era quello di uscire da questa grande piazza con un punto. Abbiamo creato anche qualche pericolo al Siena, ripartendo in contropiede. Piredda è un giocatore che ci ha dato molto fastidio perché si muove bene tra le linee, ma grazie al mister nel secondo tempo siamo riusciti a sistemare la situazione. Il Siena è una grande squadra che lotterà per le prime posizioni, quindi siamo contenti di questo risultato. Il nostro obbiettivo è quello di andare avanti passo per passo, fare più punti possibili per raggiungere la salvezza e poi magari togliersi qualche soddisfazione per i nostri tifosi.

 

Montipò - Robur Siena: “Una partita combattuta soprattutto a centrocampo. Il Prato ha fatto solamente un tiro in porta e questo è l’unico pericolo che abbiamo subito. Due gol li abbiamo fatti ma purtroppo l’arbitro li ha annullati, adesso bisogna valutare bene l’accaduto. Il Prato veniva da due sconfitte e quindi giocando contro la Robur Siena voleva dimostrare di esserci, noi invece sentivamo un pò la pressione di dover vincere per forza e siamo andati in palla. Adesso abbiamo tre punti in classifica che sono meglio di zero e non abbiamo mai perso. Andiamo avanti così, certi che il reparto offensivo comincerà a fare gol.”

 

Burrai - Robur Siena: “Rispetto a Pistoia abbiamo espresso un gioco più completo. Nel secondo tempo siamo ripartiti peggio che nel primo, purtroppo abbiamo sbagliato molto e  il fatto di dover vincere ci ha portato ad essere frenetici, ma dobbiamo capire che la partita dura 90 minuti e si può sbloccare anche alla fine. Dobbiamo avere pazienza, è un momento sfortunato dove gli episodi non ci girano bene. Il pubblico ci ricorda che siamo il Siena, ma questo lo sappiamo anche noi. Purtroppo ci sono tanti giovani e a volte sentire questa pressione, non li aiuta. Chiedo ai tifosi di starci vicino e più lo faranno e più i risultati arriveranno.”

 

Atzori – Robur Siena: “I ragazzi si sono molto impegnati e volevano vincere questa partita a tutti i costi. Abbiamo fatto un discreto primo tempo, ma nel secondo tempo siamo stati troppo frenetici, nervosi, abbiamo sbagliato troppi passaggi e in una ripartenza del Prato abbiamo rischiato anche di subire il gol. La Robur ce l’ha messa tutta, abbiamo provato diverse soluzioni per passare in vantaggio, ma il Prato era tutto chiuso in difesa e quindi era molto difficile sbloccare la gara. Questa è una squadra che ha bisogno di tempo per crescere, sono ragazzi giovani e adattarsi ad una piazza come Siena non è facile. Voglio toglierli quella pressione che oggi loro, non sono in grado di sopportare, la stessa che li porta a fare degli sbagli banali che normalmente non farebbero. Questa è una buona squadra, ribadisco che non ho mai parlato di salvezza, mantenimento di categoria significa per me, arrivare ottavo, nono, quindi di fare un buon campionato e mi auguro che man mano che cresciamo questa squadra possa ambire anche a qualcosa di più importante.

Leonardo Carapelli

 

Galleria Fotografica

Web tv