SIENA NOTIZIE NEWS

 

ARBIA: LITE VIOLENTA TRA CONIUGI IN STRADA, LA POLIZIA RIPORTA LA CALMA

News inserita il 05-09-2015 - Cronaca

Una 31enne straniera è stata denunciata per tentato omicidio.

Una lite violenta cominciata tra le mura di casa tra due conviventi, in presenza dei figli minori, poi proseguita per strada fino all’intervento della Polizia, chiamata dai vicini.

Questo è quanto è accaduto in Via Lauretana ad Arbia, in provincia di Siena, la notte di ieri, 4 settembre.

Quando gli agenti delle Volanti della Questura di Siena sono intervenuti sul posto, intorno alle ore 1.10, li hanno visti ancora litigare, mentre la donna teneva in braccio la figlia di appena un anno.

Immediatamente li hanno separati e hanno chiamato il 118 affinché venissero prestate loro le prime cure, dato che entrambi erano feriti.

Subito gli agenti si sono preoccupati di verificare se i figli minori fossero feriti, riscontrando fortunatamente che stavano bene, seppur visibilmente scossi per aver assistito alle reciproche aggressioni dei genitori.

Poi hanno cercato di ricostruire i fatti raccogliendo le prime dichiarazioni di entrambi e dei testimoni.

Data la complessità della situazione familiare dei due, soltanto dagli accertamenti successivi svolti dalla Polizia è emerso che la coppia, peraltro già nota alle forze dell’ordine che più volte sono intervenute in passato per vicende analoghe, ha iniziato a litigare per motivi futili e piccoli dissapori, ma questa volta la donna ha impugnato un coltello da cucina con il quale ha più volte colpito il coniuge, che presentava infatti diversi tagli alle braccia, al volto e sulla nuca.

Anche l’uomo, ecuadoriano di 32 anni, l’avrebbe poi aggredita, a suo dire per difendersi dalle coltellate infertegli, colpendola con dei pugni al volto.

A seguito del sopralluogo effettuato dagli agenti all’interno dell’abitazione, messa completamente a soqquadro, sono stati rinvenuti un coltello da cucina della lunghezza complessiva di 25 cm ed un tondino di ferro, entrambi sporchi di sangue, che sono stati sequestrati.

I due, dopo essere stati sottoposti ad accertamenti e cure sono stati dimessi con una prognosi di 7 giorni ciascuno.

A seguito degli ulteriori riscontri svolti dalla Polizia, la donna è stata denunciata per tentato omicidio.

 

 

 

Galleria Fotografica

Web tv