SIENA NOTIZIE NEWS

SOVICILLE, LEGA NORD: "BASTA PENSARE AGLI IMMIGRATI"

News inserita il 12-09-2015
“L’intesa sul volontariato per i presunti ‘profughi’ è un cavallo di troia per clandestini. Rossi e Gugliotti pensino prima agli abitanti di Sovicille, invece di preoccuparsi solo degli immigrati clandestini. Non basta un inconcludente ‘patto per il lavoro’ per lavarsi la coscienza. Solo un padre degenere sfama gli stranieri e lascia morire di fame i propri figli”.
 
Così la Lega Nord Toscana di Sovicille si scaglia contro il protocollo d’intesa sull’attività di volontariato per i richiedenti asilo definito attivato a Sovicille.
 
“Altro che intese, bisogna dire basta agli arrivi”, prosegue il Carroccio. “L’accoglienza è già degenerata”. “Per noi l’intesa approntata dalla giunta regionale è un’ingiustizia sociale clamorosa e odiosa: con tutti gli italiani lasciati a casa dal lavoro la Regione ed i Comuni si preoccupano di occupare gli immigrati, che in sette casi su dieci non hanno nemmeno i requisiti per dirsi ‘profughi’? Forse il Pd vuole arruolare nuovi ‘camerieri’ stranieri a basso costo alle proprie feste dell’Unità? In più, cosa c'entra la Pro Loco con i presunti profughi? Invece di promuovere il territorio con il turismo, pensano all'integrazione, anche scolastica?”.
 
“La Regione ed i Comuni a guida PD sono collaborazionisti di questo governo: si ostinano a mantenere, a spese pubbliche, migliaia di stranieri che non ne hanno i requisiti e che, in altri Paesi, sarebbero già stati espulsi. Per 35 euro al giorno, scheda telefonica, vitto e alloggio ci sarebbero decine di italiani che andrebbero a tagliare l’erba. La Lega Nord terrà sotto controllo la situazione per vedere quanti "profughi" accetteranno e soprattutto che nessuna associazione o cooperativa tragga vantaggio alcuno da questa situazione”.
 
Lega Nord Toscana

 

Galleria Fotografica

Web tv