SIENA NOTIZIE NEWS

POGGIBONSI: ACQUA, ORDINANZA PER LIMITARE GLI SPRECHI

News inserita il 08-08-2015

Pubblicata a Poggibonsi l’ordinanza per disciplinare l’uso dell’acqua pubblica e limitarne gli sprechi. Si tratta di una regolamentazione, che interessa solitamente i mesi più caldi dell’anno, la cui necessità si lega alle alte temperature che hanno caratterizzato la prima parte dell’estate incidendo sui livelli di consumo della risorse pubblica, ma anche ad un inverno con temperature superiori alla media e alle scarse precipitazioni primaverili. Anche grazie agli interventi realizzati negli anni da Acque spa (fra cui ad esempio la realizzazione di nuovi impianti di trattamento), non si è in una situazione di carenza idrica.  Tuttavia l’acqua è una risorsa pubblica di primaria importanza e il suo utilizzo deve essere sempre responsabile. Da qui l’invito di Acque spa, considerata l’evoluzione della situazione (alte temperature, assenza di precipitazioni), ad emettere una ordinanza a scopo cautelativo per vietare utilizzi di acqua pubblica per usi diversi da quello alimentare, igienico-sanitario e idropotabile. Fermo restando che il vigente regolamento del servizio idrico vieta in maniera permanente determinati usi impropri di acqua potabile come il riempimento di piscine private, il lavaggio di veicoli e altro ancora.

Sulla base dell’ordinanza pubblicata dal Comune l'acqua dell'acquedotto va usata in maniera accorta ed esclusivamente a scopi alimentari e igienico sanitari. È vietato l'impiego dell'acqua potabile per il lavaggio di cortili o piazzali, dei veicoli o per l'innaffiamento di giardini, prati o orti o per riempire vasche da giardino, fontane o simili (anche se dotate di impianto di ricircolo dell’acqua.

Nell’ordinanza inoltre sono contenuti anche una serie di inviti e accorgimenti per il risparmio di acqua, fra cui quello di riparare prontamente perdite domestiche o di installare dispositivi frangigetto che mescolando l'acqua con aria consentono una notevole quantità di risparmio.

L’ordinanza, disponibile sull’Albo del Comune, ricorda che gli accorgimenti si traducono in un positivo impatto di tipo ambientale e civico ma anche in risparmio economico.

 

 

Galleria Fotografica

Web tv