SIENA NOTIZIE NEWS

LUCIANO CORTONESI: "VALENTINI, PROMESSE NON MANTENUTE"

News inserita il 24-08-2015

A livello locale sono apparse notizie politiche che hanno scaturito il commento di Luciano Cortonesi, capogruppo in Consiglio Comunale a Siena e esponente di provata esperienza ammnistrativa.

"Stando alla stampa locale - dichiara Cortonesi - in Consiglio Comunale i consiglieri Trapassi e Sabatini sono pronti a lasciare Siena Cambia, gruppo di maggioranza, diretta espressione del Sindaco Valentini. Invece Marzucchi che, non è formalmente in maggioranza, ma fin dall’inizio del mandato si è manifestato disponibile ad appoggiarla nelle sue scelte importanti, pone critiche al Sindaco.

Questa uscita allo scoperto di posizioni già ben note all’interno del Consiglio Comunale - prosegue Cortonesi -, mi auguro porti una ventata di novità e riaccenda l’interesse politico verso le sorti di Siena. Speriamo che i senesi, al ritorno dalle ferie, trovino in città un rinato confronto, che spazzi via il torpore in cui siamo piombati negli ultimi tempi. Da mesi serpeggia in città un malumore sul governo cittadino legato a due fattori principali: da una parte la presa di coscienza di coloro che hanno sostenuto il Valentini nel vedere disattese le promesse del primo cittadino, con una giunta nel complesso inadeguata a governare Siena. Dall’altra coloro che erano contro il Valentini nel criticare le opposizioni per la scarsa azione politica di lotta messa in atto.

Una situazione che, aggiunta alle storiche  liti del PD, ha portato ad un ingessamento dell’amministrazione comunale, che nessuno immaginava. Marzucchi rilancia le sue proposte e sicuramente la maggioranza ne terrà conto. Ci piacerebbe però che quel confronto democratico, che Marzucchi invoca, ci fosse stato anche nel valutare i tanti progetti che dai banchi delle opposizioni sono stati presentati fin dall’inizio del mandato. Quello spirito di fare fronte comune per risollevare le sorti di Siena, che il Sindaco Valentini aveva fatto intendere, è naufragato dietro i voleri del suo partito; di cui è sempre più soggiogato.

Qualcuno ci dica quindi – conclude Cortonesi - se la musica è cambiata e se, finalmente, le idee ed i progetti verranno valutati per il loro valore e bontà e non per la parte politica che li presenta. Se questo non accadrà, nulla sarà cambiato e la meritocrazia tanto invocata continuerà ad essere uno slogan da utilizzare solo come manifesto pubblicitario per qualche festa di partito".

Luciano Cortonesi

 

 

Galleria Fotografica

Web tv