SIENA NOTIZIE NEWS

INAUGURATO IERI UN NUOVO DEFIBRILLATORE A RADICOFANI

News inserita il 13-08-2016


Un defibrillatore è a disposizione della comunità di Contignano, nel  Comune di Radicofani, grazie a una donazione della loggia “Ghino di Tacco” del Grande Oriente d’Italia (1372) di Radicofani, con il contributo delle logge “Alberto Mario” (121) di Sansepolcro (Ar), “XX Settembre” (604) di Montepulciano, “Dante Alighieri” (827) di Arezzo e “Hiram Concordia” (969) di Milano. La consegna dell’apparecchiatura, posizionata nella piazza del Castello, è avvenuta venerdì 12 agosto nel corso della celebre Sagra del raviolo. A scoprire la targa ricordo il sindaco Francesco Fabbrizzi, il gran maestro del Grande Oriente d’Italia Stefano Bisi e i rappresentanti delle logge che hanno contribuito all’operazione, la presidente della proloco Franca Romagnoli e Giancarlo Faedda, governatore Misericordia di Contigano (l’associazione che si occuperà della gestione dello strumento).

Questo è il terzo defibrillatore che viene installato nel territorio comunale, ovvero “Uno ogni 400 abitanti”, come ha sottolineato il sindaco Fabbrizzi.  Il primo è stato posizionato in via del Maccione accanto al portone della farmacia comunale e nei pressi dell’ambulatorio medico lo scorso gennaio, grazie alla Milizia del Tempio, Ordine dei poveri cavalieri di Cristo (l’attuale rappresentanza degli antichi Templari, presente anche a Chiusi). L’acquisto è stato possibile grazie al contributo ricavato di una partita di calcio giocata lo scorso ottobre.

Il secondo defibrillatore è stato installato a fine luglio in via Fonte Antese, nei pressi dell’ufficio turistico di Radicofani. L’apparecchio è stato acquistato nell’ambito del progetto “Mi stai a cuore”, ideato dal coordinamento delle misericordie senesi ed interamente pagato dalla Misericordia del posto, grazie ricavi ottenuti dalle donazioni del Cinque per mille. Il defibrillatore è uno strumento utilizzato per arrestare la fibrillazione cardiaca mediante shock elettrico in caso di aritmie. I volontari della confraternita non escludono un’altra installazione nel centro del paese, indispensabile a coprire in modo più sicuro il centro abitato.

 

 

Galleria Fotografica

Web tv