SIENA NOTIZIE NEWS

FORZA ITALIA SIENA SULL'ALUVIONE IN VALDARBIA

News inserita il 27-08-2015

Da anni, ormai, il clima è cambiato, lunedi scorso, fenomeni atmosferici intensi si sono ripetuti su tutta la Provincia di Siena per l'intera giornata, le famose "bombe d'acqua" . Enormi sono stati i disagi le zone più colpite sono state quelle della Val d’Arbia e delle Crete Senesi: Monteroni, Buonconvento, Asciano: strade chiuse, Asciano isolato, il transito veicolare interrotto in più punti sulla Cassia tra Monteroni e Torrenieri, chiusa la Siena – Grossetto in località Le Risaie, numerose le frane e gli smottamenti. In più l'esondazione dell' Ombrone a Buonconvento, dove si è allagando anche il centro storico con numerose abitazioni invase dall'acqua sia li che a Murlo.Sottopassi allagati, e auto in panne intrappolate nell’acqua, centinaia di richieste di intervento dei cittadini ai vigili del fuoco per infiltrazioni e allagamenti. Anche sulla Siena-Bettolle molti tratti risultavano inagibili, e dove intorno a mezzogiorno è avvenuto anche uno smottamento di terreno sull'autostrada a presso le Serre di Rapolano. Inoltre si sono avuti danni danni incalcolabili per il settore agricolo produzioni completamente distrutte. Una vera catastrofe! Si poteva evitare? La fragilità del sistema idraulico è stato compromesso ulteriormente da una cattiva manutenzione e da una mancanza di cura del sistema infrastrutturale da parte delle pubbliche amministrazioni.Due anni fa, dopo gli allagamenti dell'autunno 2013 a Buoncovento, Monteroni, e in molte altre zone della Provincia di Siena erano state individuate le diverse zone critiche su cui era indispensabile intervenire; zone critiche quindi ben conosciute dalle amministrazioni pubbliche dei Comuni e della Provincia con la possibilità di esondazioni anche a fronte di precipitazioni ben più modeste di quanto accaduto lunedi scorso. C'è da capire, come nel corso di questi due anni, le amministrazioni pubbliche della Provincia di Siena (Comuni e la stessa Provincia) possano essere intervenute sul fragile sistema infrastrutturale, comunque una cosa è certa, o non sono intervenute o sono intervenute in maniera insufficente a mettere a tutela il territorio e conseguentemente l'incolumità dei cittadini e delle cose. Fatto gravissimo questo dovuto a cosa mancanza di denaro, incuranza ?!? La Regione aveva finanziato degli interventi da fare? Sono stati fatti? Si potevano evitare gli allagamenti delle strade che sono risultati pericolossimi? Molte furono le interrogazioni presentate in tutte le sedi Istituzionali da Forza Italia 2 anni fa lo stesso Presidente Rossi rispose al Consigliere Comunale di FI di Buonconvento Fabio Papini ma oggi siamo punto e a capo. C’è molto di più della mancata manutenzione ordinaria, come la pulizia del sistema fognario, delle bocche di scarico e dei canali di sgrondo, all’origine del disastro che si è manifestato lunedi 24 agosto. C’è una disorganizzazione funzionale che vede, l’incapacità delle pubbliche amministrazioni senesi a fronteggiare eventi meteorologici intensi che nel corso degli ultimi anni stanno diventando sempre più frequenti. Forza Italia di Siena chiederà accertamenti su tutte questa responsabilità e la redazione di un quadro di interventi conseguenti alle criticità che abbiamo, ma soprattutto il controllo sugli interventi che devono essere fatti per garantire l'incolumità dei cittadini e delle cose.

FORZA ITALIA SIENA. Donatella Santinelli

 

 

Galleria Fotografica

Web tv