SIENA NOTIZIE NEWS

A CHIUSI IL CONVEGNO SULLE MIELODISPLASIE

News inserita il 28-10-2016

Ogni anno in Europa, 1 persona ogni 12.500 abitanti viene colpita da una mielodisplasia: malattia del sangue causata dal danneggiamento di una delle cellule staminali presenti all'interno del midollo osseo. Il rapporto cambia notevolmente tra le persone anziane: sopra i 70 anni infatti, si ammala ogni anno 1 persona ogni 3.000 abitanti. Ma cosa sono le mielodisplasie e quali sono le possibilità di cura? 

E’ questo il tema che verrà affrontato nel convegno che si svolgerà a Chiusi dal 27 al 29 ottobre e che prevede due giornate (il 27 e il 28 ottobre) di aggiornamento diagnostico–terapeutico per medici specializzati in queste sindromi e l’ultima giornata, sabato 29 ottobre, aperta al pubblico sul tema “La gestione del paziente con sindrome mielodisplastica: dalla diagnosi corretta alla terapia appropriata - Presentazione linee guida dell'Area Vasta Sudest”. Il convegno vede la collaborazione di Amici per sempre e Banca Valdichiana. In particolare importante è il ruolo della Cassa mutua di cui Banca Valdichiana è socio sostenitore che ha promosso la collaborazione tramite il suo Comitato scientifico e soprattutto il professor Mauro Antimi, Primario emerito Oncologo del Sant’Eugenio di Roma. L’evento prevede la giornata di sabato 29 ottobre aperta al pubblico e consente l’acquisizione di crediti formativi per diverse figure professionali: medici chirurghi, internisti, ematologi, oncologi, radioterapisti, radiologi, biologi, tecnici di laboratorio biomedico, farmacisti ospedalieri e infermieri.

Le mielodisplasie sono malattie subdole. I pazienti spesso non presentano sintomi al momento della diagnosi e la malattia viene identificata occasionalmente, grazie a esami del sangue effettuati per altre ragioni. Tuttavia, la maggior parte dei malati affetti da questa sindrome mielodisplastica hanno  sintomi quali anemia, infezioni batteriche ricorrenti o sintomi legati alla riduzione del numero di piastrine. In assenza di trattamento, i sintomi peggiorano con il progredire della malattia, che può evolvere in leucemia mieloide acuta.

“Il tema del convegno è importante, – sottolinea il Presidente di Amici per sempre Alberto Ravazzi – e per questo è fondamentale il dibattito, il confronto fra medici e la ricerca. Siamo lieti come Cassa Mutua di contribuire a queste finalità e alla crescita professionale di tanti operatori del settore, ospitando questo convegno e speriamo che questo serva anche ad aumentare le possibilità di cura e prevenzione. Sono queste infatti alcune delle finalità principali di Amici per sempre, fornire ai nostri soci non solo supporto nel momento della malattia attraverso sconti  e contributi, ma anche contribuire all’informazione, alla prevenzione e alla possibilità di cura.”

La giornata del 29 ottobre, che si svolgerà presso la Sala San Francesco in via Paolozzi a Chiusi Città, sarà aperta, a partire dalle 9.15, dai saluti di benvenuto di Alberto Ravazzi, Presidente di Amici per sempre e Giovanni Marcocci, Vice Presidente Vicario di Banca Valdichiana e Consigliere di Amici per sempre. Porteranno i propri saluti anche Stefano  Scaramelli, Consigliere regionale e Presidente della Commissione Sanità e Juri Bettollini, Sindaco del Comune di Chiusi. Interverranno inoltre Enrico Desideri Direttore Area Vasta Sud Est; Simona Dei, Direttore sanitario Area Vasta Sud Est; Silvia Briani, Direttore Sanitario dell’AOUS; Roberto Monaco, Presidente dell’Ordine dei Medici di Siena; Dino Marchese Responsabile Formazione MMGG; Enrico Volpe Direttore della USL 7 e Roberto Falomi Coordinatore dell’Aggregazione Funzionale Territoriale (AFT) 8. L’introduzione al corso verrà svolta da Alberto Bosi, Coordinatore di Ematologia per l’Area Vasta Sud-Est, mentre Moderatori saranno Monica Bocchia e Alberto Bosi stesso. Interverranno: Marzia Delina sul tema “Le sindromi mielodisplastiche, una nessuna e centomila”; Monica Bocchia che parlerà di “Emocromo, uno strumento semplice per il sospetto diagnostico”, Lara Aprile, “Presentazione linee guida dell’area vasta sudest” e Luigi Abate e  Luciano Valdambrini, “Presentazione di casi clinici interattivi”. Le conclusioni saranno affidate a Monica Bocchia.

L’iscrizione può essere effettuata gratuitamente sul sito www.mitcongressi.it nella sezione riservata al convegno.

 

Galleria Fotografica

Web tv