SIENA NOTIZIE NEWS

"VOGLIAMO TORNARE A SCUOLA": SIT-IN ALL'ISTITUTO PICCOLOMINI DI SIENA

News inserita il 16-01-2021 - Attualità

I genitori scendono in strada per farsi ascoltare: ''Riscaldamento non funzionante nella sede di Montarioso, turnazione con le aule in Sant'Agostino è una possibilità"

 

SIENA - Tornare a scuola: ecco tutto quello che chiedono gli studenti del Liceo Piccolomini sezione Economico Sociale (LES), dopo un difficile e ''freddo'' rientro lunedì 11 gennaio, e i genitori scendono in strada con un sit-in per farsi ascoltare. Al momento non esiste data per il ritorno in aula dopo il guasto al riscaldamento che ha visto le classi, lo scorso 11 gennaio, fare lezione con 13 gradi di temperatura.
Dal 12 gennaio quindi le classi sono tornate in DAD, ma, secondo i documenti e le lettere inviate da studenti e genitori al direttivo della scuola, finora senza risposte, esisterebbe la possibilità di far rientrare i ragazzi a scuola seguendo un metodo di turnazione per l'uso delle aule disponibili presso il Liceo nella sede storica di Sant'Agostino.
Si ricorderà che per diverse settimane in autunno il LES ha richiesto di non essere spostato a Montarioso, con appelli, lettere, e con manifestazioni vere e proprie: l'ex seminario non sembrava adeguato ad ospitare novanta studenti delle cinque classi del Liceo Economico Sociale, e infatti continuano a presentarsi problemi come questo alquanto grave - soprattutto in gennaio - della mancanza di riscaldamento.
Due sono i documenti inviati alla Dirigente scolastica in materia.
''Preghiamo l'istituto di comunicarci con tempestività - scrivono i genitori del LES - se il malfunzionamento del riscaldamento è dovuto al sottodimensionamento dell'impianto oppure ad un guasto, indicandoci in questo caso il tempo occorrente ai tecnici per ripararlo oppure a un guasto. In ogni caso sarà opportuno prevedere che le 5 classi possano da subito fare lezione in presenza presso la sede di Sant'Agostino in turnazione con le altre classi. Non è pensabile che questa situazione di disagio ricada interamente ed esclusivamente sulle 5 classi dell'indirizzo economico sociale quando in sede residuano aule libere proprio in virtù della didattica in presenza a percentuale (...)''.

Un appello inviato alla Dirigente scolastica già martedì 12 gennaio e poi reiterato mercoledì 13 con un sollecito urgente dove si sottolinea che mentre ''la gestione degli immobili compete alla provincia... la scelta di sopperire con la didattica a distanza è della scuola.''
''Per i genitori la didattica a distanza a tempo indeterminato ...è cosa per le famiglie inaccettabile quando sussistono spazi alternativi in cui fare lezione'' si conclude nel documento. A tutt'oggi non esiste una risposta nè una data per la quale è previsto il rientro in classe.

''Noi vogliamo semplicemente tornare in presenza nella nostra scuola - commentano gli studenti del Liceo Piccolomini LES - Le classi ci sono e quindi vorremmo utilizzarle, con turni adeguati per non essere penalizzati rispetto al resto del Liceo. Non ci sembra una richiesta eccessiva ma anzi abbastanza ragionevole considerato che al momento la sede distaccata di Montarioso è inutilizzabile e la didattica a distanza rimane secondo noi una soluzione di emergenza, quindi non dovrebbe essere la prassi.''

Annalisa Coppolaro

 

 

Galleria Fotografica

Web tv