SIENA NOTIZIE NEWS

VIVERE E STUDIARE A SIENA: I TRE MESSAGGI CHE NON VORRESTI MAI RICEVERE

News inserita il 31-05-2017 - Attualità - Rubrica Vivere e studiare a Siena

Whatsapp aiuta a comunicare con le persone a cui vogliamo bene, ma in alcuni casi può diventare davvero un incubo!

Whatsapp ci aiuta a comunicare con le persone a cui vogliamo bene, ma in alcuni casi può diventare davvero un incubo! Non stiamo parlando delle migliaia di notifiche che ti arrivano per gruppi sul calcetto o su fantomatiche serate, qui vogliamo parlare di messaggi diretti, che potresti ricevere da uno dei tuoi coinquilini…
Ecco quindi i 3 messaggi che non vorresti mai ricevere da un tuo coinquilino:
1. Il trasferimento
“Ho deciso: cambio università, mi trasferisco a Padova!”
Eri sicuro di aver finalmente trovato il coinquilino dei tuoi sogni, che non organizza feste folli e che ogni tanto cucina per tutti.
Perfetto insomma. O forse no…
Già, perché per tutti questi mesi il tuo inquilino stava segretamente affrontando una crisi esistenziale che, alla fine, lo porterà in un'altra città.
Ma come reagire al messaggio WhatsApp più brutto di sempre?
Ancor prima dell’amaro addio al coinquilino pensa agli aspetti burocratici del cambiamento, leggi il vostro contratto di locazione per sapere quanti mesi di preavviso sono previsti e quindi il tempo che avrai a disposizione per cercare il miglior sostituto possibile.
Ti servirà saperne di più sul “subentro” nei contratti di affitto, le sue modalità e costi, oltre che un dovuto dialogo con il proprietario dell'immobile. Ovviamente dovrai cercare un nuovo coinquilino, magari tramite uniaffitti, da sempre specializzato negli affitti a Siena!
2. La festa proprio prima del tuo esame
“Ma quando hai l'esame? Ho invitato solo 3 amici, una pizza tranquilla.”
Quando vedi quel messaggio improvvisamente prevedi il futuro, così gli rispondi: “La pizza sarà sicuramente tranquilla, è di voi che mi preoccupo.”
Lui ti rassicura e tu gli credi. Alle 3:00 di notte i tre amici sono diventati dieci e uno di loro è “momentaneamente” sistemato sul tuo letto in attesa di risvegliarsi da un pisolino che assomiglia ad un coma etilico.

3. La bolletta del GAS
“È arrivata la bolletta del GAS…”
Panico. Quei tre puntini di sospensione alla fine del messaggio WhatsApp ti fanno sospettare che anche la bolletta abbia tre zeri. Com’è potuto accadere?
Sarà colpa della volta che hai lasciato i termosifoni accesi anche di notte, o perché sei andato a casa per le feste di Natale per quindici giorni scordando di spegnere il termostato?
Se questo è il tuo caso, leggi il nostro semplice decalogo per il risparmio energetico che ti insegnerà come ridurre le bollette con pochi accorgimenti; se invece non capisci come possa esserti arrivata una bolletta così alta perché sei attento ai consumi, allora un'autolettura potrebbe essere la soluzione al tuo problema.
Insomma, trovare un coinquilino perfetto non è facile, ma è anche il bello delle avventure fuori sede!

 

Galleria Fotografica

Web tv