SIENA NOTIZIE NEWS

VIVERE E STUDIARE A SIENA: I PREPARATIVI PER LA PARTENZA

News inserita il 01-12-2016 - Attualità - Rubrica Vivere e studiare a Siena

E' già arrivato il momento di pensare al futuro.

La scuola e gli esami si sono conclusi da poco, ma è già arrivato il momento di pensare al tuo futuro. Se hai deciso di iscriverti all’Università e la facoltà che hai scelto si trova eccessivamente lontana da casa, dovrai iniziare fin da ora a cercare un alloggio, per non farti trovare impreparato all’inizio del tuo primo anno accademico.

La ricerca di un alloggio.
Sei alle soglie di un cambiamento importante, dunque non perdere tempo e mettiti subito al lavoro per rendere questa nuova avventura piacevole e positiva. Il primo passo da fare per preparare al meglio la prima vera esperienza fuori sede è iniziare la ricerca cominciando dal web. Online puoi trovare diversi servizi interessanti che ti consentono di ricercare stanze o appartamenti in affitto, ma il migliore in questo senso, semplicemente perché dedicato proprio agli studenti universitari è uniaffitti.it, dove potrai trovare stanze singole, doppie ed appartamenti in affitto a Siena. Seleziona la città e la tipologia di stanza, ed il gioco e fatto!

Fissare gli appuntamenti ed il primo sopralluogo.
Effettuando la tua ricerca prima della partenza, potrai già contattare i proprietari e richiedere loro tutti chiarimenti e le informazioni di cui hai bisogno. Dopo aver preso appunti e aver deciso quali potrebbero essere le proposte che fanno al caso tuo, potresti decidere di dedicare qualche giorno alla visione degli immobili, soggiornando presso un ostello o un b&b e concentrando in quel breve lasso di tempo tutti gli appuntamenti.
Se non sai da dove iniziare, ecco un breve articolo sulle 10 domande da fare quando si visita un appartamento, leggilo ed annota tutte le domande in un foglietto, ti tornerà utile! Scegliere la casa sbagliata e scoprirlo dopo aver già firmato un contratto e aver portato tutte le proprie cose potrebbe essere infatti deleterio, non solo perché per cambiare alloggio, sempre rispettando le condizioni contrattuali, dovresti ricominciare da capo la ricerca, ma anche perché tutto ciò dovresti farlo quando le lezioni saranno già iniziate e questa sarebbe una distrazione notevole dallo studio.

Ansia da partenza? Tranquillo, è normale!
La nuova esperienza un po’ ti preoccupa? Tranquillo, è assolutamente normale. Chi non sarebbe in pensiero all’idea di mollare tutto per trasferirsi in una città sconosciuta, lontano da amici e parenti? Eppure, tieni presente che questa iniziale sensazione di ansia lascerà presto il posto a un entusiasmo crescente, che è quello che assale tutti gli studenti fuori sede nel momento in cui iniziano ad ambientarsi, a conoscere nuove persone e a farsi amicizie. A quel punto, vedrai che la solitudine iniziale sarà solo un brutto ricordo. Un ruolo importante lo giocherà anche il tipo di rapporto che riuscirai a instaurare con i tuoi coinquilini.

Ricorda sempre che l’esperienza fuori sede va vissuta appieno in tutti i suoi aspetti e anche gli sbagli ti aiuteranno a crescere e a misurarti con le diverse scelte che la vita ti porrà di fronte.

La valigia: come faccio a portare tutto?
Detto ciò, ti conviene iniziare a preparare la valigia, o perlomeno a stilare una prima lista di tutti quegli oggetti che non potrai fare a meno di portare con te. Parlare di una sola valigia è forse un po’ riduttivo. Sappi infatti che alla prima partenza saranno davvero tante le cose che non dovrai dimenticare a casa. La difficoltà principale che tutti gli studenti in partenza riscontrano al momento della preparazione della valigia è proprio il poco spazio a disposizione. Se ci si sposta in auto o in pullman il problema è ridotto al minimo, ma chi è costretto a prendere l’aereo si ritrova ad avere dei limiti di bagaglio estremamente ferrei, ai quali non può fare altro che adattarsi. In che modo? Normalmente sono due i trucchi da adottare. Il primo consiste nell’organizzare il bagaglio in base alla stagione. Un altro trucco che normalmente adottano gli studenti in partenza è quello di farsi accompagnare da un’altra persona, la quale potrà portare un secondo bagaglio. In questo modo le cose a cui rinunciare saranno decisamente meno.

 

Galleria Fotografica

Web tv