SIENA NOTIZIE NEWS

VIDEOFRAMMENTI BIANCOVERDI: 2006, ALL’ALBA DEL “CICLO MENS SANA”

News inserita il 24-04-2020 - Mens sana

Le immagini della vittoria contro Berlino in Uleb Cup. Protagonisti a sorpresa, Vladimer Boisa e Lonny Baxter

Mens Sana vs Alba Berlino 2006

Trenta ottobre 2006, i riflettori del basket europeo si accendono su Siena. Su il sipario sulla Uleb Cup (torneo continentale messo in piedi qualche anno prima per raggruppare Korac e Saporta, oggi parleremmo di Eurocup), che scatta al palasport sotto una regia che il board internazionale ha affidato alla Mens Sana Basket: Montepaschi-Alba Berlino, questa la gara della quale oggi riviviamo i momenti salienti nel video postato a fine articolo, ha appiccicato il bollino di “opening game” della competizione e, nonostante si giochi di lunedì alle 18.45 (con diretta satelite su Eurosport e differita locale in chiaro di un quarto d’ora su Canale 3), le cifre fornite a fine gara parleranno di 5938 spettatori presenti. Non male.
Questo il contorno, ma c’è una partita. Che poi, a ben vedere, è l’incipit di un ciclo destinato a durare per oltre un lustro. Sono quelli, infatti, i giorni in cui Simone Pianigiani mette i primi mattoni per una stagione che terminerà con la conquista del secondo scudetto biancoverde, il primo dei sette consecutivi a dispetto di ciò che sta scritto sull’albo della Fip: ci sono, già da un anno, Rimas Kaukenas e Shaun Stonerook in quella Mens Sana, c’è da tempo Benjamin Eze, sono appena arrivati Terrel McIntyre, Romain Sato e Marco Carraretto, si sta accendendo la stella (meglio, la meteora) di Joseph Forte e, per qualche settimana ancora, rimarrà in biancoverde il non ancora 19enne Gigi Datome, poi destinato a Scafati.
Il match contro l’Alba Berlino è però segnato da altri due protagonisti, il georgiano Vladimer Boisa, che ad inizio ripresa propizia aggancio, allungo e sorpasso (nei primi 20’ i tedeschi hanno preso anche 8 punti di vantaggio con i canestri del prodotto di Duke, William Avery, e la verticalità di quello Sharrod Ford che poi sarà a Montegranaro, Bologna sponda Virtus e Ferrara) e Lonny Baxter, gettato sul parquet poche ore dopo il suo arrivo a Siena, che è stato ritardato di un paio di mesi da una vicenda di cronaca (il centro statunitense si è fatto 60 giorni di carcere dopo essere stato trovato in possesso di armi il 16 agosto a Washington, talmente vicino dalla Casa Bianca da far scattare per lui le manette) e che comunque produce una prestazione cestistica di buon livello.
Il “pistolero” Baxter segna 11 punti in 12’, aggiungendo 6 rimbalzi. Sul tabellino della Montepaschi, che nel terzo parziale ha piazzato un parziale di 28-11, spiccano anche i 16 punti di McIntyre ed i 12 di Forte. Alla sirena, il cubo del palasport dice 79-63 per i biancoverdi, che in quella Uleb Cup domineranno il girone eliminatorio (primo posto con otto vinte su 10 partite disputate), supereranno negli ottavi il Paok Salonicco, ma verranno fermati nei quarti dall’Unics Kazan.
Il trofeo, per la cronaca, andrà al Real Madrid, vincitore nella finale in doppia sfida sui lituani del Lietuvos Rytas. La Mens Sana in compenso avrà di che consolarsi, diventando a giugno Campione d'Italia
Matteo Tasso

 

 

Galleria Fotografica

Web tv