VIAGGIO ON THE ROAD: UN ITINERARIO IN AUTO TRA SIENA E DINTORNI

News inserita il 11-01-2023 - Attualità Siena

Una zona della Toscana che ben rappresenta e riassume tutta la bellezza della regione

Se c’è una zona della Toscana che ben rappresenta e riassume tutta la bellezza di questa regione, essa non può che essere individuata nei dintorni di Siena. Da vedere, per esempio, è l’Abbazia di Monte Oliveto Maggiore: una chiesa che è stata fondata nel XIV secolo e che è circondata da un grande e suggestivo bosco. Al suo interno è possibile ammirare affreschi del Sodoma e di Luca Signorelli che risalgono al periodo rinascimentale.

Non è molto lontano Buonconvento, che viene considerato a buon diritto uno dei borghi italiani più belli in assoluto: non è difficile capirne il perché se si ha la fortuna di visitare il suo centro storico di impianto trecentesco. Poi ci si potrebbe spostare verso la piccola città di Asciano, su cui domina la Basilica di Sant’Agata.

Organizzare un viaggio di questo tipo facendo affidamento solo sui mezzi pubblici rischia di essere complicato, sia perché non sempre le infrastrutture sono adeguate, sia perché comunque si sarebbe costretti a rispettare gli orari di bus e treni. Molto meglio, invece, viaggiare in macchina, magari prendendone una a noleggio per il solo periodo di tempo in cui se ne ha bisogno. Per il noleggio auto in Toscana in particolare ci si può affidare a Maggiore, che propone una flotta di auto ampia e variegata, con modelli di diversi segmenti e cilindrate differenti, tali da soddisfare qualunque tipo di esigenza.

Così ci si può dirigere in macchina verso le Crete Senesi. Si tratta di colline argillose che presentano un paesaggio per certi versi lunare, in virtù del loro colore grigiastro. Merita di essere percorsa in particolare la SP438, che è una strada panoramica che si sviluppa fra boschi verdi e campi dorati. La bellezza di queste location è unica e molto rilassante.

Infine, l’ultima località il cui nome merita di essere segnato in agenda è quella di Monteriggioni: si tratta di uno dei tanti esempi di borghi toscani fortificati. Nacque nei primi anni del XIII secolo come castello, punto di difesa in vetta a un rilievo collinare. Ancora oggi è possibile vedere la cinta muraria, che si è ben conservata con le sue 15 torri. Si vede sin dalla strada che conduce a Colle di Val d’Elsa. Monteriggioni è citata anche da Dante Alighieri, e si può raggiungere da un giardino mediterraneo decorato da ulivi e lavande in fiore.

 

Galleria Fotografica

Web tv