UNIVERSITÀ DI SIENA: SPAZIO SACRO DI 4000 ANNI FA SCOPERTO A CIPRO

News inserita il 09-07-2024 - Attualità Siena

Il ritrovamento nell'ambito della missione Erimi Archaeological Project

Un'antica scoperta a Cipro: Il mistero del monolite di Erimi

Un'imponente scoperta archeologica a Cipro ha portato alla luce un grande monolite decorato con un motivo circolare di coppette, rivelando una storia affascinante di una comunità artigiana vissuta 4.000 anni fa. Situato nell'ala occidentale di un complesso artigianale, questo monolite svela l'esistenza del più antico spazio sacro conosciuto sull'isola, diventando così una notizia di rilievo sui media nazionali.

Il professor Luca Bombardieri, direttore scientifico del Progetto Archeologico Italiano Erimi e docente all'Università di Siena, Dipartimento di Filologia e Critica delle Letterature antiche e moderne, in collaborazione con il Dipartimento delle Antichità di Cipro, ha condiviso i dettagli di questa scoperta straordinaria. "In occasione del quindicesimo anniversario delle prime indagini sistematiche nell’area degli Erimi dell’età del bronzo a Cipro," afferma Bombardieri, "il bilancio positivo dell’attività di ricerca svolta trova riscontro nei nuovi risultati di una serie di stagioni di ricerca particolarmente ricche nelle scoperte."

Una scoperta di rilevanza scientifica e culturale

Il progetto di ricerca italiano, sostenuto da numerose istituzioni partner tra cui l’Istituto di Cipro e INFN-Labec, e dal Fondo Archeologico Mediterraneo e l’Istituto di Preistoria dell’Egeo, ha ottenuto il costante supporto della Farnesina e dell'Ambasciata italiana a Nicosia. L'attività sul campo, condotta dalla Missione Archeologica Italiana di Erimi, coinvolge un team di 30 specialisti e studenti provenienti da Italia, Cipro e Grecia. Questo gruppo comprende studenti laureati in archeologia e studi sui beni culturali dell'Università di Siena, specialisti in Preistoria del Mediterraneo, conservazione, geoarcheologia e paesaggio.

L'obiettivo del progetto è fornire nuovi dati per lo studio della produzione e delle relazioni culturali durante la transizione verso la società urbana in questo cruciale contesto insulare, situato tra il Vicino Oriente e il Mediterraneo.

"L’insediamento primitivo di Erimi," spiega Bombardieri, "si trova nell’entroterra di Limassol e si estende su un alto terrazzo calcareo che domina il corso del fiume Kouris, la costa del Golfo di Kourion e la penisola di Akrotiri. Durante l’età del Bronzo Medio (2000-1600 a.C.), una comunità di artigiani si insediò sul colle di Erimi, costruendo uno spazio abitativo comunitario dalle caratteristiche uniche."

Recentemente, gli scavi hanno portato alla luce il monolite nell'ala occidentale del complesso. Alto circa 2,30 metri, il monolite è decorato con un motivo circolare di piccole coppe ed era originariamente posizionato al centro di una stanza. "Il monolite", continua Bombardieri, "è crollato sul pavimento distruggendo una grande anfora posta ai suoi piedi davanti a un piccolo focolare circolare. Lo spazio interno della stanza era concepito per circolare attorno al monolite, all'anfora e al focolare, che occupavano la parte centrale."

Le caratteristiche peculiari di questo ambiente, soprattutto se confrontate con gli spazi circostanti del laboratorio di produzione, indicano che si tratta di un piccolo spazio sacro, il più antico conosciuto a Cipro. "La funzione rituale e il valore ideologico di questo spazio," conclude Bombardieri, "sono di particolare significato perché situati all'interno del complesso del laboratorio. L'attività economica che sosteneva la comunità coinvolgeva anche ideologicamente e simbolicamente i suoi membri."

 

 

 

Galleria Fotografica

Web tv