SIENA NOTIZIE NEWS

STORIA DEL PALIO: QUANDO LE CONTRADE CORSERO A LUCCA

News inserita il 13-09-2018

Il 14 settembre 1756 si disputò una carriera nella città lucchese.

Ricorre domani, 14 settembre, il 262° anniversario di un Palio decisamente anomalo, non corso né in Piazza e neppure a Siena, bensì nella città di Lucca e che per questo motivo non è riconosciuto nell’elenco ufficiale delle vittorie conservato in Comune. Correva l’anno 1756 quando, come emerge dai libri di Memorie della contrada di Valdimontone, che vinse quel Palio, la Repubblica di Lucca, avendo costruito, all’interno del Prato del Marchese (l’attuale Piazza Verdi), un anfiteatro di forma ellittica in legno con una pista della lunghezza di circa 400 metri per le corse dei cavalli e per spettacoli similari decise, per le festività del Volto Santo, di invitare le contrade senesi con  le loro bandiere ed i loro fantini per disputare un Palio che fu corso da 8 contrade che si presentarono in terra lucchese con i loro alfieri. Alla carriera, che fu preceduta dai canonici tre giorni di prove, parteciparono alcuni fantini noti in ambito senese, tra i quali Bastiancione, Bechino, Ministro, Luchino, Tenerino. A vincere fu però tale Francesco Tanzini detto Tanzino per il Montone, e la contrada ricevette in premio una cospicua somma di denaro ed un particolare drappellone, tuttora conservato nel museo montonaiolo e visibile nella foto in alto, con raffigurati lo stemma del SS. Crocifisso, patrono di Lucca, due pantere simbolo della città, un fascio con un’ascia, una tromba e, in basso, lo stemma azzurro della repubblica senese con la scritta Libertas. Per ritrovare un altro Palio con le contrade senesi non disputato a Siena, l’ultimo in ordine di tempo, occorrerà aspettare il 1856, quando fu corsa una carriera in Piazza Barbano a Firenze, vinta dalla Chiocciola.

Davide Donnini

Fonte: www.ilpalio.org

 

Galleria Fotografica

Web tv