SENESE INCINTA AVVELENATA A BOLOGNA, FERMATO IL COMPAGNO 35ENNE

News inserita il 03-06-2016 - Cronaca Siena

La donna dovrà essere sottoposta a un intervento chirurgico per le lesioni a stomaco ed esofago dopo aver ingerito soda caustica iniettata in una bottiglietta (Askanews).

Non è più in pericolo di vita ma con ogni probabilità dovrà essere sottoposta a un intervento chirurgico per le lesioni a stomaco ed esofago dopo aver ingerito soda caustica iniettata in una bottiglietta. Un'operazione delicatissima per una donna in gravidanza al nono mese, che dovrà partorire a giorni. Per questo i medici dell'ospedale Maggiore di Bologna dove è stata ricoverata d'urgenza giovedì sera la 45enne di Siena, ma residente da anni a Bazzano, nel bolognese, restano cauti. Molto più decisi i carabinieri che hanno fermato il compagno di 35 anni, responsabile su sua ammissione di aver tentato di avvelenare la donna per farla abortire.

In un primo momento i militari avevano orientato le indagini su una possibile manomissione delle bibite gassate da parte di un "avvelenatore seriale"; dai primi controlli al market non emergevano segnali che potessero sostenere questa sede. Per questo è stato interrogato in caserma l'uomo che dopo alcune ore ha confessato il gesto. Ora si trova in stato di fermo per il reato di lesioni gravissime. Gli inquirenti, assieme al personale medico, stanno verificando se il feto sia affetto da qualche malformazione.

Fonte: www.askanews.it

 

 

 

Galleria Fotografica

Web tv