GLOBALSTRIKEFORFUTURE

SECONDA MARCIA GLOBALE PER IL CLIMA, SIENA SCENDE DI NUOVO IN PIAZZA

News inserita il 14-05-2019

Venerdì 24 maggio la città parteciperà nuovamente alla manifestazione per il futuro del pianeta

                             

2083 città, 125 paesi, oltre un milione e mezzo di studenti. Questi i numeri del Global Strike for Future, la marcia globale per il clima che si è tenuta lo scorso 15 marzo per creare maggiore sensibilizzazione attorno alle urgenti questioni ambientali. Da quello storico venerdì sono passate settimane, ma il movimento infiammato dalle parole della giovane attivista svedese Greta Thunberg, Friday For Future, non ha retrocesso di un passo; anzi, quest'onda proiettata verso un futuro sostenibile è cresciuta, alimentata dalla maggiore presa di coscienza di un'emergenza da affrontare in un lasso di tempo che si accorcia con lo scorrere delle lancette. Inarrestabile, sfocerà di nuovo venerdì 24 maggio in una seconda marcia globale. "Alcuni dicono che farei meglio ad andare a scuola. Alcuni dicono che dovrei studiare per diventare una scienziata del clima, così da risolvere la crisi climatica" ha affermato Greta a TEDxStockholm "Ma la crisi climatica è già stata risolta. Conosciamo tutti i fatti e abbiamo pronte tutte le soluzioni. Dobbiamo solo darci una mossa e cambiare. E perché dovrei formarmi per un futuro che non ci sarà, quando nessuno sta facendo niente per salvarlo, quel futuro?".

Anche la nostra città il 24 maggio si unirà nuovamente al coro di questa rivoluzione verde; la manifestazione partirà alle 9:30 da Porta Camollia e arriverà alle ore 11:00 in Piazza del Campo. Il radicamento locale del movimento, Friday For Future Siena, esattamente una settimana prima di questo appuntamento globale, venerdì 17 maggio dalle 14:30 alle 18:30, invita i futuri partecipanti a ritrovarsi in Piazza del Mercato per preparare i cartelloni per il corteo. Lo stesso pomeriggio verrà presentata l'opera di uno street artist, creata appositamente per l'occasione e che verrà fatta sfilare il giorno della manifestazione. Non solo gli studenti, ma tutti sono chiamati a far sentire forte e chiara la propria voce perché il futuro del pianeta tocca inevitabilmente il futuro di ognuno senza distinzioni.

Francesca Raffagnino

Altro su:

 

Galleria Fotografica

Web tv