SIENA NOTIZIE NEWS

SAN GIMIGNANO, STAGIONE TURISTICA IN POSITIVO NONOSTANTE IL CROLLO DELLE MURA

News inserita il 08-06-2018

La frana avvenuta i primi giorni di aprile ha messo in pericolo uno dei gioielli del borgo medievale, ma i primi dati stagionali rivelano che la presenza turistica è stata buona durante i ponti primaverili.

Quando il 4 aprile in un pomeriggio scuro e piovoso, una porzione delle mura medioevali di San Gimignano ha ceduto all'incuria del tempo e delle istituzioni preposte al loro mantenimento, la prospettiva per la stagione turistica appena iniziata ha assunto i colori plumbei del cielo che aveva appena scaricato una bomba d'acqua.
L'incidente appena avvenuto aveva intaccato il gioiello architettonico che è San Gimignano, dal 1990 patrimonio UNESCO, innescando una valanga di polemiche proprio per l'appartenenza a questa stretta cerchia di luoghi che dovrebbero essere attentamente preservati e curati. Lo stato di incuria della cinta muraria era risaputo tanto che il sentiero che le costeggia era già stato chiuso, e l'assenza di fondi per intervenire aveva contribuito ad allungare i tempi dell'intervento. La caduta delle mura ha reso immediata l'azione di messa in sicurezza di tutta l'area interessata mobilitando le istituzioni politiche e tecniche a livello nazionale e internazionale. Dopo il primo intervento di messa in sicurezza per scongiurare ulteriori crolli, anch'esso ritardato dal maltempo, l'azione si è spostata sulla progettazione della ricostruzione vera e propria, sia attingendo a risorse istituzionali , sia attraverso il crowfunding su internet, con l'hashtag #pietredopopietra che ha dato ottimi risultati, attirando l'attenzione di molti donatori stranieri riamasti colpiti dal fascino dell'antico borgo e pronti ad accorrere in aiuto.
Le prospettive degli albergatori e degli addetti al turismo non erano rosee in seguito alla frana, ma secondo le prime stime sulle presenza nei ponti primaverili, la situazione si è rivelata più ottimistica di quanto aspettato, con il tutto esaurito. Con queste premesse anche la stagione estiva sembra veleggiare sotto i migliori auspici dimostrando che il fascino senza tempo della cittadina turrita è rimasto intatto, nonostante il crollo. Adesso sarà compito degli organi preposti a intervenire rapidamente per ripristinare e sanare la breccia e garantire la manutenzione necessaria a preservare uno dei gioielli architettonici che il mondo ci invidia.

Filippo Landi

 

Galleria Fotografica

Web tv