SIENA NOTIZIE NEWS

PREVENIRE LA MORTE CARDIACA DEGLI ATLETI, NUOVI CRITERI INDIVIDUATI A SIENA

News inserita il 08-01-2019

Due studi effettuati dall'Uoc cardiologia universitaria, diretta da Sergio Mondillo, insieme al cardiologo Flavio D'Ascenzi

Individuati nuovi criteri per individuare patologie cardiache negli atleti e prevenire la morte cardiaca improvvisa, grazie a due studi effettuati dall'Uoc cardiologia universitaria dell'Aou senese, diretta da Sergio Mondillo, insieme al cardiologo Flavio D'Ascenzi. Gli studi, viene spiegato dall'Aou di Siena, hanno consentito di individuare nuovi criteri per distinguere il cambiamento del cuore indotto a seguito di allenamento dalla dilatazione o dall'ipertrofia di natura patologica. "In cardiologia e in particolare nella valutazione clinica con le metodiche di imaging - spiega Mondillo - siamo abituati a definire un cuore normale, dilatato o ipertrofico in accordo a valori di riferimento ricavati dalla popolazione generale. Tuttavia questi valori sono ricavati da una popolazione sedentaria, che presenta un cuore tipicamente diverso da quello di un atleta agonista, e sono pertanto applicati con difficoltà al cuore dell'atleta, che è spesso associato a un incremento delle dimensioni o dell'ipertrofia in relazione allo stimolo dell'allenamento". Le nuove ricerche sulle strategie di prevenzione saranno discusse nel congresso internazionale 'Cuore e sport: fra competizione e prevenzione' che si terrà a Siena il 22 e 23 marzo 2019.

 

Galleria Fotografica

Web tv