SIENA NOTIZIE NEWS

POGGIBONSI: UOMO FINISCE IN MANETTE PER VIOLENZA PRIVATA

News inserita il 22-08-2015 - Cronaca

Il pregiudicato di 27 anni pretendeva dei soldi per un lavoro fatto 10 anni fa.

Pretendeva, da una donna di Poggibonsi, che gli venisse pagato un lavoro di sistemazione del giardino fatto 10 anni prima, quando aveva appena 17 anni, ma alla fine, V.A. campano  di 27 anni, da sempre residente a Certaldo, è finito in manette, arrestato dai Carabinieri di Poggibonsi con l’accusa di ubriachezza molesta e violenza privata.

Il giovane, sotto gli effetti dell’alcol, attorno alle 19:30 di ieri 21/8/2015, ha fermato per strada, una donna che conosceva da tempo ed ha iniziato a chiederle che gli fossero consegnati 40 euro per un lavoro di sistemazione del giardino fatto nel lontano 2005.

La donna, almeno all’inizio, ha cercato di  comprendere cosa l’uomo volesse veramente, ma quando ha capito che il giovane effettivamente pretendeva dei soldi per un vecchio lavoro fattogli fare anni prima, ha ricordato al ragazzo che quella prestazione lavorativa era stata saldata con la cessione di alcuni vecchi oggetti che la donna custodiva nel garage e che il giovane aveva chiesto in cambio del compenso in denaro.

Il giovane, tutta risposta, ha afferrato la donna per un braccio, l’ha strattonata ed ha minacciato di picchiarla se non avesse subito ottenuto il denaro richiesto.

Convinto di avere ragione quindi, l’uomo ha chiamato il 112 richiedendo l’intervento di una pattuglia dell’Arma asserendo di aver fermato una ladra.

Giunti sul posto, i militari hanno subito riconosciuto il giovane, un noto pluripregiudicato, e gli hanno chiesto contezza dei fatti. In evidente stato di alterazione dovuto all’abuso dell’alcol, il giovane ha spiegato l’accaduto pretendendo che i carabinieri imponessero alla donna di restituirgli il denaro (con gli interessi) dovuto e minacciando di denunciare tutti nel caso non avesse ottenuto, subito, ciò che voleva.

La donna ha quindi rappresentato ai militari di voler denunciare l’uomo e, condotti in caserma, i militari hanno contestato al pregiudicato il reato di violenza privata ed ubriachezza molesta, traendolo in arresto.

Dopo le formalità di rito, l’uomo è stato sottoposto alla detenzione domiciliare in attesa delle decisioni dell’A.G., mentre la donna è tornata a casa ripromettendosi di non far fare mai più lavori di casa ad estranei.

 

 

Galleria Fotografica

Web tv