POGGIBONSI SOGNA IL SORPASSO, DOMANI AL LOTTI ARRIVA LA CAPOLISTA SAN DONATO

News inserita il 26-04-2022 - Sport Siena

Prima contro seconda del girone E di Serie D

Al Lotti ci sarà il pubblico delle grandi occasioni; i giallorossi di mister Calderini sognano l’impresa per conquistare la vetta
“In nome della nostra città, per l’orgoglio di Poggibonsi, per l’appartenenza ai colori giallorossi. Chi ha a cuore il Leone mercoledì 27 aprile (domani) non può mancare”. Questo l’appello social del Poggibonsi, che domani vuol vivere una di quelle giornate indimenticabili, da raccontare e tramandare nei tempi. Domani alle 15.00 allo Stadio Stefano Lotti il Poggibonsi ospita il San Donato Tavarnelle, prima contro seconda del girone E di Serie D, una sfida che può essere considerate uno spartiacque nella corsa alla vittoria del campionato. Una manciata di chilometri tra le città, appena due punti che separano giallorossi e gialloblu in classifica.
I giallorossi di mister Calderini hanno fatto un’annata a dir poco straordinaria e ad oggi si trovano a soli due punti di distacco dalla capolista San Donato Tavarnelle. Un percorso partito dal lontano, dallo scorso campionato di Eccellenza che i giallorossi hanno letteralmente dominato per poi festeggiare il ritorno in D a giugno al Bozzi di Firenze nella sfida contro la Fortis Juventus spinti da una marea di tifosi. Quest’anno la D, affrontata con quel mix tra umiltà, spensieratezza e consapevolezza nei propri mezzi che è risultato determinante. Galbiati che da leader e capitano passa dietro la scrivania e con Aiazzi costruisce la squadra. Probabilmente sulla carta non la più forte, ma sul campo una delle migliori, un gruppo granitico guidato sapientemente da Calderini, ritoccato rispetto alla passata stagione ma confermato negli elementi cardine e che è stato autore di un campionato straordinaria e che adesso vuol davvero mettere la ciliegina su quella torta costruita dall’estate a oggi.
Una squadra che era partita per salvarsi e che col passare delle settimane ha cominciato a sognare ad occhi aperti. E sogna assieme a una città intera, scatenando un entusiasmo e un interesse che forse sono il risultato più importante conseguito dalla società del presidente Vellini e del Dg Guidi, facendo rinascere in gran parte della città quell’amore e quella passione verso i colori giallorossi che ardeva sotto la cenere. La vittoria di sabato scorso in casa del Tiferno Lerchi e la contemporanea sconfitta del San Donato con la Pianese rendono la sfida di domani un autentico spareggio per la C (sebbene sia la quartultima giornata); alle 15.00 (e peccato che per più motivi non si possa giocare la sera) il Lotti sarà colmo d’entusiasmo, con una Gradinata pronta a spingere Borri e compagni verso quell’ennesimo successo.
“Ogni parola per descrivere la partita di domani sarebbe superflua – ha dichiarato alla vigilia il centrocampista giallorosso Saverio Camilli -. La aspettiamo da tempo e speriamo di giocarla in maniera tale da non soffrire di alcun rimpianto. Voglio essere chiaro però: non va caricata oltremodo, perché il campionato non finirà dopo i novanta minuti con il San Donato Tavarnelle. I tifosi? Capisco che il mercoledì si tratti di un giorno lavorativo, ma sono convinto che i nostri tifosi verranno in massa a sostenerci. Scendere in campo per tante persone consente ai calciatori di tirare fuori una percentuale di energia supplementare che servirebbe sicuramente anche domani”
“Sarà una partita difficilissima, che probabilmente determinerà il nostro campionato – la risposta del difensore gialloblu Davide Brenna -. Sarà tosta, dovremo saper soffrire ma sarà bella da giocare. Il clima allo stadio sarà quelle delle grandi occasioni; dobbiamo andare avanti su quanto fatto fino ad oggi e procedere sulle certezze acquisite nel tempo”
Poggibonsi contro San Donato Tavarnelle, Calderini contro Indiani. Sì perché alla guida dei gialloblu c’è proprio quel Paolo Indiani che nel maggio del 2001 condusse il Poggibonsi all’ultima promozione sul campo (Todi, maggio 2001, con oltre un migliaio di poggibonsesi a invadere la cittadina umbra e Gastasini a siglare il gol che valse la C2) e che oggi vuol ripetersi sulla panchina del quel San Donato Tavarnelle che altrettanto sogna il grande salto.
In palio tre punti, ma forse molto di più: se il pareggio lascerebbe le cose intatte con ancora 270 minuti da giocare (e col minimo vantaggio in favore del San Donato), chi uscirà con la vittoria potrebbe davvero sentirsi in tasca un bel pezzo di Serie C. Poggibonsi vuole, alla vigilia del patrono cittadino San Lucchese, il sorpasso, il popolo giallorosso sogna quella Serie C che manca ormai da anni!

 

Galleria Fotografica

Web tv