SIENA NOTIZIE NEWS

POGGIBONSI, SCIOPERANO I COMMERCIANTI IN VIA MAESTRA PER HALLOWEEN

News inserita il 30-10-2019 - Poggibonsi

La serrata di una parte dei negozi è per chiedere una migliore programmazione dei cantieri di riqualificazione in corso

La notte dei mostri, degli incubi e delle streghe è la notte dove la paura viene personificata e sbeffeggiata, ma il timore più grande è per molti quello di perdere il lavoro, in particolare per coloro che il mestiere se lo sono creato, aprendo le proprie attività commerciali. Per questo motivo una parte dei commercianti del centro storico di Poggibonsi, domani 31 ottobre, giorno di Halloween, terrà le saracinesche abbassate nel pomeriggio. La protesta degli esercenti è rivolta verso la programmazione dei cantieri di riqualificazione del centro storico, opere non contestate in sé, anzi, ma viene chiesta un'attenta programmazione degli interventi. I commercianti chiedono una migliore programmazione nell'apertura di più lavori in contemporanea, in zone pedonali, perchè la riduzione dei parcheggi e la chiusura di alcune vie rende difficile raggiungere i negozi da parte dei clienti e dei fornitori.
Le difficoltà nel raggiungere le botteghe scoraggia i possibili acquirenti a fare compere nella zona, mettendo alle strette i commercianti, per questo domani pomeriggio si abbasseranno le saracinesche, simulando ciò che avverrebbe se tutte le attività di via Maestra chiudessero, lasciando la strada più importante di Poggibonsi desolatamente vuota e buia.
La questione dei cantieri aperti nel centro storico, con la riduzione dei parcheggi e la chiusura di alcune strade per lavori di riqualificazione è esplosa con l'inizio dei lavori in piazza Berlinguer, l'antica piazza del gioco, nonché importante parcheggio a ridosso del centro storico, nel mese di ottobre, quindi abbastanza vicino al periodo natalizio, che come è risaputo è il momento di maggiore afflusso nei negozi.
Inoltre stanno procedendo i lavori per la riqualificazione di Via Montorrsoli, strada adiacente a piazza Berlinguer, lavori necessari, ma che forse come tempistica potevano essere organizzati in modo diverso, secondo molti.
Domani una parte dei commercianti chiuderanno i negozi nel pomeriggio, per lanciare un messaggio chiaro su ciò che potrebbe accadere se non c'è una coesione d'intenti tra i vari soggetti: privati e istituzionali nel mantenere saldo il principio della vivibilità e dell'accessibilità del centro storico.

Filippo Landi

 

 

 

Galleria Fotografica

Web tv