SIENA NOTIZIE NEWS

POGGIBONSI: ELEZIONI COMUNALI, I CONTENDENTI ALLA CORSA FINALE

News inserita il 18-04-2019

A poco più di un mese dalla competizione elettorale la campagna per il voto è entrata nel vivo

Con la presentazione ieri pomeriggio della squadra di Bussagli alla Ginestra la campagna elettorale è ufficialmente entrata nel vivo, una competizione che quest'anno è prevista molto agguerrita per la presenza di alcune liste che non appartengono a un preciso schieramento politico e che vanno ad intercettare voti trasversali sia a destra che a sinistra.
Partendo dal PD, il partito in carica guidato da Bussagli che punta al secondo mandato, vuole mantenere il feudo poggibonsese sotto la sua bandiera con l'appoggio di altre due liste: PoggibonSi può e Vivacit(t)à.
Gli sfidanti si presentano numerosi e agguerriti: una lista a sinistra del PD, Sinistra per Poggibonsi scelta verde guidato da Fondelli, il centrodestra unito a sostegno di Galligani, Mauro Mori del PIT e l'ultima novità, la lista civica Insieme guidata da De Santi, PIT e lista civica insieme sono soggetti trasversali che raccolgono le richieste dell'elettorato non marcatamente politicizzato.
La frammentazione degli schieramenti rende più difficile poter fare una previsione dando la possibilità a tutti i contendenti di poter aspirare alla poltrona di Piazza Cavour, soprattutto in una eventuale fase di ballottaggio dove gli apparentamenti e i sostegni esterni possono ribaltare i risultati del primo turno.
D'altro canto è vero però che un'eccessiva frammentazione degli avversari tende a favorire il partito al potere, quindi di fatto i giochi sono aperti e si prevede una sfida all'ultimo voto .
I programmi dei vari schieramenti non sono troppo dissimili gli uni dagli altri: sicurezza, rilancio economico, parcheggi e investimenti a sostegno delle attività commerciali, sono gli argomenti più dibattuti e più sentiti dalla cittadinanza.
La differenza la farà sostanzialmente il giudizio che i poggibonsesi hanno maturato sull'attività della giunta Bussagli nei cinque anni passati, giunta contestata da alcuni per i lavori in Piazza Mazzini, un'opera che ha diviso i cittadini tra pro e contro l'intervento. Il cantiere unito al nuovo parco di via Sardelli ha portato una trasformazione decisa della zona intorno alla stazione ferroviaria, un'azione di riqualificazione da alcuni ritenuta troppo impattante.
I partiti e le liste civiche puntano a raccogliere questi malumori per ottenere un risultato storico: una vittoria un un comune storicamente di sinistra, sull'onda di quanto accaduto a Colle val d'Elsa e a Siena negli anni scorsi, un cambio di passo per ripartire.
La corsa all'ultimo voto è ufficialmente partita, l'importante è che qualunque sia il vincitore, il bene della città è il vero obbiettivo da tutelare e migliorare.

Filippo Landi

 

 

Galleria Fotografica

Web tv