SIENA NOTIZIE NEWS

PETRENI AVVERTE LA MENS SANA: “NON SOTTOVALUTIAMO LIVORNO”

News inserita il 14-10-2021 - Mens sana

L’assistant coach della Namedsport elogia i nuovi innesti biancoverdi: “Protagonisti nella vittoria di Campi Bisenzio”

Duccio Petreni_Mens Sana

Obiettivo puntato su Livorno, prossima avversaria nel cammino della Namedsport. Nell’attesa di tornare, il prima possibile, a disputare i derbies con la Pielle e la Libertas, storiche avversarie della Mens Sana negli anni Ottanta e Novanta oggi risalite in serie B, si mette a fuoco l’Invictus, di scena al PalaEstra domenica pomeriggio (ore 18) nella terza giornata del campionato di C Silver.
“Ci aspetta una sfida da non sottovalutare – dice Duccio Petreni, assistant coach dei biancoverdi -, contro un’avversaria che ha perso le prime due partite e che verrà a Siena senza troppa pressione, ma con l’obiettivo di invertire questa tendenza. In un campionato lungo e complesso come la C Silver ogni partita fa storia a sé, dobbiamo rimanere concentrati e mettere nel conto le insidie di una squadra composta da molti giovani del proprio settore giovanile con almeno un paio di elementi, però, di grande esperienza e qualità: ad esempio Alessio Melosi, ce lo ricordiamo bene per averlo già affrontato nella scorsa stagione quando era andato a giocare a Carrara”.
La vittoria di Campi Bisenzio, per come è arrivata, rappresenta un’iniezione di fiducia per i nuovi innesti?
“È stata la conferma di ciò che sappiamo, del fatto cioè che questa squadra ha molte frecce al proprio arco. Probabilmente all’esordio contro Carrara, il fatto di avere in tribuna 400/500 tifosi è stato motivo di emozione per chi, faccio un paio di esempi citando Menconi e Tognazzi, non era abituato a un contesto del genere, mentre chi aveva già vissuto il clima, fantastico, del palasport è stato determinante per vincere la partita. Sabato scorso, in condizioni diverse e comunque spronati dalla volontà di iniziare a essere protagonisti, i ragazzi che sono arrivati nel corso dell’estate hanno disputato un’ottima partita, confermando tutto il loro valore”.
Non era iniziata benissimo, la partita…
“Condizioni atmosferiche e caratteristiche dell’impianto particolari, un’avversaria che gioca a memoria da anni e che ha sfiorato il grande colpo a Fucecchio, entusiasmo per loro nel tornare dopo 30 anni a giocare in serie C: tutto ha contribuito ad un inizio non facile, ma una volta messi a posto gli ingranaggi e presa fiducia in ciò che stava facendo, la squadra ha comunque preso il largo e, in tutta onestà, non ha mai corso il rischio che la partita si riaprisse”.
È il suo terzo anno all’interno dello staff tecnico biancoverde. Sensazioni?
“Ogni volta che entro in questo palasport e mi rendo conto di far parte di questo staff provo un’emozione unica. Sono una persona molto passionale, il solo pensiero che qua dentro sia stata scritta la storia del basket è uno stimolo a migliorarsi quotidianamente, oltre che una grande soddisfazione personale”.
Petreni-Binella è un’accoppiata ormai fissa…
“Siamo assieme da molto tempo, vero. Nei mesi scorsi ho preso la decisione di lasciare il settore giovanile e lavorare solo per la prima squadra in un ruolo, quello di assistente, che sento mio e che mi permette di concentrarmi su aspetti e dettagli importanti per impostare il lavoro all’interno dello staff tecnico. Finalmente quest’anno dovremmo riuscire, ce lo auguriamo tutti, a disputare un campionato vero, senza interruzioni o formule particolari, siamo insomma tornati a coordinarsi e concentrati su molti aspetti che non sempre è stato facile seguire nelle ultime due stagioni, a cominciare dai tempi di preparazione che scandiscono le settimane in palestra. Siamo solo agli inizi, ma si vedono già buoni risultati”.
Dove arriverà questa Mens Sana?
“Non ci nascondiamo, puntiamo più in alto possibile. Il gruppo sta amalgamandosi, vecchi e nuovi parlano la stessa lingua e la partita di Campi Bisenzio lo ha dimostrato, ovviamente dobbiamo continuare a lavorare bene in palestra. Ho un sogno che mi fa venire i brividi da molti anni, ma per il momento lo tengo nel cassetto: posso solo dire che realizzarlo qui sarebbe una soddisfazione pazzesca”.
Matteo Tasso
Foto Mens Sana Basketball Academy

 

Galleria Fotografica

Web tv