OPERATORI NON VACCINATI ALLE SCOTTE: DISPOSIZIONI RIGOROSE PER IL REINTEGRO

News inserita il 10-11-2022 - Attualità Siena

Non lavoreranno nei reparti Covid e nei reparti con pazienti o colleghi fragili

le scotte

Il reintegro in servizio dei dipendenti non vaccinati dell’Aou Senese osserverà precise regole a tutela della salute di tutti all’interno dell’ospedale Santa Maria alle Scotte. Si tratta di 14 persone: 4 infermieri, 7 operatori socio-sanitari, 2 amministrativi, una figura appartenente alle altre figure sanitarie, e nessun medico. 14 persone su circa 3000 dipendenti, meno dello 0.5 per cento del personale, a dimostrazione dell’enorme adesione dei dipendenti delle Scotte alla campagna vaccinale.

«Sino ad ora - spiega la direttrice sanitaria, Francesca Maria De Marco – siamo stati molto rigorosi nell’osservare le regole di prevenzione del contagio, sia per i visitatori che per i professionisti, e proseguiremo su questa strada per mantenere in sicurezza l’ospedale. I dipendenti reintegrati - prosegue la dottoressa De Marco - non saranno assegnati ai reparti Covid, a tutela principalmente della loro salute, considerando che in questi reparti il rischio contagio è più elevato, e non saranno assegnati a reparti in cui ci sono pazienti o colleghi fragili, a tutela della salute dei pazienti e degli altri professionisti. Le decisioni sono state condivise con la Regione Toscana nel rispetto della salute e della sicurezza di tutti, pazienti e operatori, vaccinati e non.

Sarà fatta – conclude De Marco - una valutazione congiunta da parte di medico competente, Responsabile Sicurezza Prevenzione e Protezione, dirigente infermieristico, unitamente alla direzione sanitaria, al fine di condividere l’assegnazione più idonea per ogni singolo operatore, con eventuale revisione in base alla modifica delle condizioni che ne avevano reso possibile l’assegnazione».

 

Galleria Fotografica

Web tv