SIENA NOTIZIE NEWS

 

NUOVI SPAZI DELL'ANESTESIA E RIANIMAZIONE NEUROCHIRURGICA ALLE SCOTTE

News inserita il 22-07-2022 - AttualitĂ 

Investimento di oltre 250mila euro

Nuovi e rinnovati spazi per l’Anestesia e Rianimazione Neurochirurgica dell’Azienda ospedaliero-universitaria Senese. Il reparto, diretto dal dottor Cesare Vittori, ubicato al piano 5 del lotto 2 all’interno del Dipartimento di Scienze neurologiche e Motorie, diretto dal professor Alessandro Rossi, è stato ristrutturato radicalmente, con un investimento di oltre 250mila euro ed è stato inaugurato alla presenza dell’assessore regionale al Diritto alla Salute, Simone Bezzini e dei professionisti.
«Si tratta di un investimento importante e concreto – afferma l’assessore regionale al Diritto alla salute, Simone Bezzini – che migliorerà la qualità dell’assistenza su pazienti particolarmente complessi, e anche il comfort e la sicurezza dell’ambiente di lavoro per i professionisti. Continueremo ad investire sull’Aou Senese per portare avanti un’innovativa opera di ammodernamento e potenziamento della struttura».
«Obiettivo fondamentale della ristrutturazione – spiega il professor Antonio Barretta, direttore generale Aou Senese - è stata la riqualificazione del reparto al fine di rinnovare gli ambienti interni per consentire l’installazione di nuove tecnologie per un potenziamento dell’attività svolta. Il reparto infatti garantisce servizio ed assistenza a tutte le attività specialistiche, sia diagnostiche che terapeutiche, nell’ambito specifico delle patologie del Sistema Nervoso Centrale e Periferico, per le attività di emergenza, di urgenza e di elezione all’interno del Dipartimento».
In particolare sono stati rifatti tutti gli impianti, la pavimentazione, i rivestimenti per una più facile pulizia e manutenzione ed è stato ampliato l’ambiente dedicato ai pazienti che è articolato in 6 posti letto di terapia intensiva, di cui 1 di isolamento, e 4 di subintensiva, per un totale di 10 postazioni tecnologicamente avanzate.


«Questo nuovo reparto di Anestesia e Rianimazione Neurochirurgica – aggiunge il professor Rossi - deve essere inserito nell’ambito di un progetto più ampio di innovazione organizzativa e tecnologica del Dipartimento di Scienze Neurologiche e Motorie. Cito, ad esempio, l’istituzione di una struttura dipartimentale di Neurologia Perioperatoria e l’aggiornamento delle grandi tecnologie dedicate alla diagnostica Neuroradiologica. La Terapia Intensiva e la Diagnostica Neuroradiologica sono l’asse di rotazione di una moderna concezione dell’attività clinico-assistenziale di un Dipartimento come il nostro».


«La ristrutturazione – conclude il dottor Vittori – consentirà di migliorare l’organizzazione del lavoro per una migliore assistenza al paziente. Mi piace sottolineare che agli investimenti già citati si devono sommare quelli, altrettanto consistenti, devoluti al rinnovo ed implementazione di tutta la tecnologia sanitaria specifica. La nostra struttura ha un’attività piuttosto complessa, svolge attività clinica di degenza nel setting di Terapia Intensiva e Sub-Intensiva e funzioni di consulenze anestesiologiche e di terapia antalgica peri-operatoria, assistenza rianimatoria urgente dipartimentale, attività di sala operatoria neurochirurgica, interventistica vascolare e rachidea e di supporto anestesiologico alle procedure diagnostiche neuroradiologiche, al centro di Epilettologia ed Epilessia Farmaco-Resistente, al Centro per il Parkinson e Neurochirurgia Funzionale, al Centro del Neuromonitoring multimodale».

 

 

 

Galleria Fotografica

Web tv