MENS SANA SI IMPONE IN GARA-1: AL PALAESTRA FINISCE 81-60

News inserita il 01-05-2022 - Mens sana Basket - Rubrica Evento Live

I biancoverdi iniziano i playoff col piede giusto. Pannini (17 punti) e Sabia (16) protagonisti contro Liburnia

Tutto pronto al PalaEstra per gara-1 dei quarti di finale playoff tra Mens Sana e Liburnia Livorno.

Per i biancoverdi allenati da Pierfrancesco Binella è l'esordio nella post season, che mette in palio la seconda promozione alla serie C Gold. Nella Namedsport ancora assenti gli squalificati Tognazzi e Benincasa, ma anche Del Cucina, fermato da una lesione muscolare seppur presente tra i 12 a referto.

A breve gli aggiornamenti live sulla sfida.

Questi i roster delle due formazioni:

NAMEDSPORT MENS SANA SIENA: 3 Menconi, 4 Pannini, 6 Iozzi, 7 Sprugnoli, 8 Giorgi, 12 Allemann, 15 Milano, 16 Del Cucina, 18 Sabia, 23 Santini, 29 Bovo, 40 Campi. All: Pierfrancesco Binella.

LIBERTAS LIBURNIA: 0 Pardini, 6 Nachi, 7 Martelli, 8 Brunelli, 10 Mrrucci, 11 Ristori, 13 Mannucci, 14 Bonciani, 17 Paroli, 18 Baroni, 33 Tassara, 77 Ferretti. All: Gabriele Pardini.

ARBITRI: Matteo Baldini di Castelfiorentino (Fi) e Marco Mattiello di Buggiano (Pt). 

Quintetti in campo. La Mens Sana parte con Pannini, Menconi, Sprugnoli, Allemann e Sabia. Nella Liburnia starting five composto da Bruneli, Marrucci, Mannucci, Ristori e Bonciani.

Buon avvio della Namedsport, che trova il canestro con Sabia e Pannini (4-0), immediato il time out chiesto dalla panchina ospite. In tribuna torna il sostegno della curva nord alla squadra di casa, esposto però uno striscione "Solo per la maglia" che conferma la contestazione alla società dopo i fatti del post Mens Sana-Empoli.

Due assist di Sprugnoli producono altri quattro punti di un Sabia particolarmente ispirato sotto canestro, sul versante labronico tripla di tabella di Ristori. A 4'54" dalla fine del primo periodo 12 a 7 per la Namedsport.

Infortunio nelle fila della Liburnia. Esce per un problema muscolare alla coscia destra Marrucci. Nella Mens Sana ingresso prima di Giorgi (per Menconi) e poi di Iozzi (per Sabia). Allemann e Iozzi, dalla lunetta, mantengono in vantaggio (17-11) la Mens Sana a 2'05" dal primo stop. 

Livorno rientra a -1 con una tripla di Marrucci, che chiede di tornare sul parquet nonostante evidenti problemi fisici, e un canestro di Brunelli. Iozzi a rimbalzo offensivo fissa il 21-18 col quale termina il primo periodo.

Tripla di Milano in avvio di secondo parziale, con Binella che prosegue nelle rotazioni dei suoi inserendo sul parquet anche Bovo. Pannini va a segno col lay up, poi è Giorgi a concretizzare in contropiede un buon recupero difensivo. Punteggio 31 a 23 per la Namedsport.

Si sblocca dalla lunga distanza anche Allemann e torna a fare canestro Sabia, ben imbeccato dentro l'area da un passaggio di Menconi. Il cubo del PalaEstra dice 38-33 per la squadra senese a 1'41" dall'intervallo.

Gli arbitri puniscono oltremodo l'atteggiamento a rimbalzo di Sabia, che deve uscire per aver raggiunto il terzo fallo personale. Allemann, innescato da Menconi, trova altri due punti. Si va negli spogliatoi sul 44-36. Nella Mens Sana 12 punti per Pannini, 8 di Sabia, 7 di Allemann. Tra gli ospiti, 10 per Marrucci.

Namedsport e Liburnia di nuovo in campo per i secondi 20' di gara-1 dei quarti di finale playoff. Binella preserva dall'eventuale quarto fallo Sabia, scegliendo Iozzi che inaugura la ripresa con un ciuff dall'arco. Per la Mens Sana è il massimo margine: 47-36

Salgono i toni agonistici della sfida. Iozzi stoppa Brunelli, Milano fa centro dai 6,75 per il 50-40 della Namedsport a 3'30" dall'ultimo intervallo. Fuori per cinque falli il capitano ospite Mannucci.

Allungo della Namedsport, trascinata da un ottimo Giorgi. Sua la tripla che porta al +16 (60-44) di fine terzo periodo dopo i canestri di Menconi e del rientrante Sabia, che dà fiato a un particolarmente positivo Iozzi.

Quarto periodo che inizia con un fischio assai rivedibile contro il giocatore ospite Marrucci, sanzionato di fallo antisportivo su Menconi. Il giovane biancoverde ne mette tre di fila, poi arrivano l'arcobaleno di Pannini sullo scadere dei 24" e un nuovo canestro da sotto di Sabia. Mens Sana sul 69-49.

Namedsport che prende definitivamente il largo. Segna dall'angolo Allemann, gli fanno eco prima Pannini dall'arco e poi Sabia, subendo anche fallo. Punteggio 76-54 per la squadra di coach Binella a 3'50" dalla fine.

Titoli di coda, con l'1 a 0 nella serie ormai acquisito. Spazio negli ultimi 3' anche per Santini e Campi.

Si chiude con la schiacciata di Bovo, che fissa l'81-60 finale. Namedsport in vantaggio 1 a 0 nella serie, mercoledì sera a Livorno gara-2.

NAMEDSPORT MENS SANA-LIBURNIA LIVORNO 81-60 (21-18; 44-36; 60-44)
NAMEDSPORT: Menconi 9, Pannini 17, Iozzi 8, Sprugnoli 2, Giorgi 7, Allemann 9, Milano 8, Del Cucina ne, Sabia 16, Santini 1, Bovo 4, Campi. All: Binella.
LIBURNIA: Pardini, Nachi, Martelli 3, Brunelli 12, Marrucci 13, Ristori 9, Mannucci, Bonciani 15, Paroli ne, Baroni 6, Tassara 2, Ferretti. All: Pardini.
ARBITRI: Matteo Baldini di Castelfiorentino (Fi) e Marco Mattiello di Buggiano (Pt).

Matteo Tasso

 

Galleria Fotografica

Web tv