SIENA NOTIZIE NEWS

MENS SANA VERSO L’ESORDIO. BOVO: “SIAMO PRONTI”

News inserita il 29-09-2021 - Mens sana

Il lungo veneto debutta in biancoverde: “Gioco da esterno, ma posso dare una mano anche sotto canestro”

Lorenzo Bovo_Mens Sana

Nel mirino della Mens Sana c’è l’esordio in campionato. La “prima” del torneo di C Silver 21/22 è fissata domenica prossima al palasport (ore 18) contro CM Carrara, una tra le avversarie più accreditate al salto di categoria: sarà subito un test impegnativo per il team allenato da Pierfrancesco Binella, reduce da un precampionato caratterizzato da fisiologici alti e bassi, durante il quale si è lavorato molto per inserire i nuovi innesti e dare alla squadra una diversa fisionomia di basket rispetto alla passata stagione.
Tra coloro che debutteranno in biancoverde, Lorenzo Bovo rappresenta una delle più interessanti scommesse che società e staff tecnico di viale Sclavo hanno messo in atto. Classe 2001, 200cm di statura, il giocatore veneto ha le qualità per disputare un torneo di livello dopo le due stagioni trascorse al piano di sopra con la Virtus Siena.
Bovo, come arriva la Mens Sana alla prima palla a due della stagione?
“Abbiamo lavorato bene durante il precampionato, vedo una Mens Sana già in buona condizione, siamo pronti nonostante ci siano ancora ampi margini di crescita. È un processo naturale in un contesto con molti giocatori nuovi, compreso il sottoscritto: siamo destinato a migliorare anche nelle prossime settimane e nel corso dell’annata, sfruttando comunque le basi solide che abbiamo trovato grazie al gruppo che già era qui nella passata stagione”.
Il suo curriculum cestistico si divide tra Padova e Siena…
“Ho iniziato nel Petrarca, poi tre anni di settore giovanile a Bassano ed un’altra stagione a Padova, con l’opportunità di essere tesserato anche in prima squadra in C Gold e di fare un’esperienza, di alto livello e anche formativa, con la maglia di Brindisi nella Next Gen Cup a fine 2018. Siena è stata una scelta di basket, grazie alla chiamata della Virtus, ma pure di studi accademici: sono iscritto all’Università, al secondo anno di fisioterapia”.
Soddisfatto di vestire il biancoverde?
“Soddisfatto e stimolato, soprattutto. Dopo i due anni di Virtus, in estate si è creata questa opportunità che mi ha fatto molto piacere: ho accettato subito, con grande entusiasmo”.
Nonostante la statura, in partita si allontana spesso da canestro…
“È una questione di scelte tecniche, ma anche di caratteristiche personali: ho sempre giocato da esterno, sia nel percorso giovanile che a livello di prime squadre in serie C. In determinate circostanze comunque posso dare una mano pure sotto canestro, le esperienze avute negli ultimi anni con compagni del calibro di Andreaus, a Padova, e Olleia, alla Virtus, mi hanno accresciuto sotto questo profilo”.
Dove vuole arrivare questa Mens Sana?
“Non fisso alcun obiettivo specifico, se non quello di provare a vincere ogni volta che scenderemo in campo. Lavoriamo per questo, per essere in grado di migliorarci in allenamento e conquistare i due punti in partita: vedremo poi a fine stagione dove saremo arrivati”.
Le hanno detto che al palasport c’è un pubblico fuori categoria per le minors?
“È un fattore molto stimolante. Giocare di fronte a un pubblico numeroso e avere il sostegno del tifo può rappresentare una marcia in più, sta a noi essere bravi a saper incanalare questa spinta per il verso giusto”.
Matteo Tasso

foto Mens Sana Basketball Academy

 

Galleria Fotografica

Web tv