SIENA NOTIZIE NEWS

MENS SANA VERSO IL DERBY. BINELLA: "ARRIVIAMOCI CON LA GIUSTA DETERMINAZIONE"

News inserita il 10-12-2021 - Mens sana

Parola al coach biancoverde: "A Empoli siamo tornati a correre. Il Costone? Ha messo in piedi un sistema di grande pericolosità offensiva"

Pierfrancesco Binella_Mens Sana

La Mens Sana capolista mette nel mirino la stracittadina contro il Costone. Forte di dieci vittorie in altrettante giornate, la squadra biancoverde è tornata ieri sera in palestra dopo la vittoria di Empoli, che ha ancora una volta messo in luce le qualità cestistiche del gruppo allenato da Pierfrancesco Binella.
Una Namedsport che ha approcciato bene il turno infrasettimanale, sfidando gli avversari sul loro terreno preferito, quello dei ritmi alti di gioco: “Nelle partite precedenti – spiega il coach mensanino - gli avversari avevano cercato di non farci correre, anche perché sfidarci a viso aperto aveva significato subire punteggi alti dal nostro attacco. A Empoli, vuoi per le caratteristiche della squadra di casa, vuoi perché è stata una serata nella quale siamo riusciti a fare spesso canestro, si è tornata a vedere una Mens Sana che in attacco ha viaggiato a ritmi sostenuti: è stata una scelta giusta, ci ha permesso di evitare un arrivo punto a punto che non sarebbe stato facile da gestire”.
Milano ha fatto la sua parte, data l’assenza di Bovo…
“Sulla qualità e l’affidabilità di Pietro non abbiamo dubbi, nelle ultime settimane abbiamo però voluto preservarlo sul piano della condizione fisica considerato l’inizio del suo doppio impegno con l’Asinalonga in Promozione. Quella di Empoli era una partita ideale per lui, anche in virtù delle caratteristiche degli avversari e dell’assenza di Lorenzo, che speriamo comunque di recuperare e di avere a disposizione contro il Costone”.
Come si prepara una partita così importante in appena due giorni?
“Non c’è molto tempo per preparare la partita nel suo complesso, ragion per cui si cerca di correggere e migliorare aspetti del nostro basket: diamo comunque una rinfrescata alla memoria riguardo alle caratteristiche dei giocatori avversari, che peraltro in questa circostanza sono ben note. L’attenzione e la concentrazione sono alte, basti pensare che avrei voluto dare il giovedì libero alla squadra ma i ragazzi hanno invece voluto subito tornare in palestra e allenarsi. Sabato effettueremo la rifinitura a Colle val d’Elsa, perché il palasport per un paio di giorni è indisponibile”.
Sul piano tattico, quali insidie vi proporrà il Costone?
“L’infortunio di Juliatto ha cambiato il loro modo di giocare, sono diventati una squadra spregiudicata e che si affida molto alle qualità perimetrali, che sono qualità di prim’ordine. Hanno trovato una quadra utilizzando Ondo Mengue da numero quattro e mettendo in piedi un sistema di grande pericolosità offensiva: si affidano spesso ai quattro piccoli, le potenzialità di Bruttini non le scopriamo oggi, Mencherini è un altro giocatore di livello, insomma sono una squadra che merita grande rispetto e considerazione visto anche il campionato che stanno disputando”.
Nel roster della Mens Sana ci sono tanti giovani che una partita del genere non l’hanno probabilmente mai affrontata…
“Importante è arrivare alla palla a due con la giusta intensità. Vedo l’attenzione che è raccomandata per un appuntamento così importante, anche se sappiamo bene che un derby spesso sfugge alla logica della routine. Emotivamente, però, abbiamo già gestito partite importanti e complesse, anche e soprattutto in trasferta: in questo, il mix tra giocatori esperti e giocatori giovani ci ha sempre dato la capacità di affrontare le gare nel modo migliore. Il messaggio che stiamo dando è avere consapevolezza di ciò che è stato fatto in queste prime dieci giornate e rispettare gli avversari. Quanto alla carica agonistica, considerato l’ambiente in cui si giocherà non credo verrà meno”.
Ha legato buona parte della sua carriera di allenatore alla società della Piaggia. Come vive la vigilia da ex di turno?
“Il Costone per me è un grande percorso di formazione, assieme e grazie a loro ho potuto fare esperienze importantissime per la mia crescita di allenatore, sia con i giovani che con le prime squadre, nel maschile e nel femminile. Sono grato alla società per ciò che mi ha dato, rimango legato e in ottimi rapporti con le persone della famiglia costoniana e spero che per loro sia lo stesso nei miei confronti. Chiaramente, i percorsi e i giochi del destino oggi ci portano a essere avversari ed è giusto che ciascuno rispetti e dia il massimo per i propri colori attuali”.
Matteo Tasso

Foto tratta da pagina Facebook Il Biancoverde Mens Sana Basketball

 

 

Galleria Fotografica

Web tv