SIENA NOTIZIE NEWS

MENS SANA, MORALE ALLE STELLE. SPRUGNOLI: “SIAMO UN GRUPPO MOLTO UNITO”

News inserita il 11-11-2021 - Mens sana

Protagonista a Carrara, il giocatore biancoverde guarda al futuro: “Liburnia avversario da non sottovalutare”

Andrea Sprugnoli_Mens Sana

Cambiano gli ingredienti, non cambia il risultato. La vittoria di Carrara allunga a quota sei la striscia di successi in avvio di stagione per una Namedsport Mens Sana che, ancora una volta, ha messo le mani sui due punti trovando protagonisti nuovi. È il caso di Andrea Sprugnoli, salito in cattedra nel terzo e quarto periodo con assist, canestri e pressione difensiva sulla scia dei numeri, fondamentali, di Tognazzi (23 punti) e Menconi. “L’inizio di stagione – dice Sprugnoli, al suo terzo anno in maglia biancoverde – sta confermando l’idea che ciascuno di noi, a turno, abbia l’opportunità di essere protagonista e di incidere sull’esito. Il mio compito è dare equilibrio alla squadra e prendermi responsabilità nei momenti complicati: sto crescendo in termini di condizione, sono soddisfatto per come sono andate le cose domenica scorsa”.
Quanto pesa, in termini di classifica, il successo di Carrara?
“Sono due punti molto importanti per la classifica, ma ancor più per le nostre convinzioni e la fiducia che riponiamo nel lavoro intrapreso da inizio annata”.
È il secondo importante colpo in trasferta, dopo quello centrato a Firenze…
“Carrara, Firenze, ma non tralascerei il successo conquistato a Campi Bisenzio, dove non a caso altre squadre hanno già lasciato punti. Sono trasferte, e vittorie, ottenute su campi difficili e contro avversarie di buon livello, soprattutto in prospettiva abbiamo portato a casa risultati che a fine stagione possono essere molto pesanti. Ce li teniamo stretti e guardiamo avanti”.
Domenica affronterete Liburnia, squadra che ha perso quattro delle prime sei partite. Che pomeriggio vi attende?
“Liburnia è una squadra da non sottovalutare, in questo campionato la soglia di attenzione deve sempre rimanere alta. Gare facili in partenza non esistono: dobbiamo noi renderle facili scendendo in campo col giusto atteggiamento, anche per prepararci al filotto di impegni che ci aspettano nelle settimane a venire, quelli che daranno una risposta sul valore attuale della Mens Sana”.
Un errore proiettarsi già da adesso alla sfida (domenica 27 al PalaEstra, ndr) contro Fucecchio?
“Noi non lo stiamo facendo, prima viene Liburnia e in mezzo c’è la trasferta a Capannoli contro Valdera. Anche quello è un campo molto difficile, con il fondo in linoleum e spazi stretti, oltre alla qualità dell’avversario: la serie C è questa, le insidie sono sempre dietro l’angolo e saperle affrontare significa poi avere maggior confidenza nel momento in cui si alzerà l’asticella, contro Fucecchio, Altopascio, Costone e non solo”.
Tifosi, e addetti ai lavori, stanno scoprendo Marco Menconi…
“È un ragazzo bravissimo, umanamente è un piacere stare con lui e condividere lo spogliatoio. Sul piano cestistico è oggettivamente molto bravo, una conferma alle sensazioni che avevo avuto giocandoci due volte da avversario nella passata stagione: Marco e gli altri nuovi innesti stanno facendo compiere alla Mens Sana il salto di qualità rispetto allo scorso campionato”.
Come state vivendo questa striscia di successi?
“Il morale è altissimo, ma tutti teniamo i piedi per terra perché la stagione è appena iniziata. Questa Mens Sana è un gruppo molto unito, stiamo bene assieme dentro e fuori dal campo e non sono frasi di circostanza: all’interno del roster esistono differenze evidenti in termini anagrafici eppure la sintonia è assoluta. Purtroppo, o per fortuna, ho 36 anni e posso dire con cognizione di causa che sono situazioni abbastanza rare. Situazioni che però, quando si verificano, fanno la differenza”.
Matteo Tasso

foto Mens Sana Basketball Academy

 

 

Galleria Fotografica

Web tv