MENS SANA FINISCE KO (77-73) NELLA "GIOSTRA" DI AREZZO

News inserita il 07-01-2023 - Mens sana Basket

Fatale ai biancoverdi l'ennesima rimonta subita nel finale di gara. Buona prestazione per Sabia, ma non basta 

AMEN AREZZO-NAMEDSPORT SIENA 77-73 (23-21; 33-37; 56-58).
AREZZO: Lici, Veselinovic 21, Fornara 17, Filippeschi, Cavina, Rossi 16, Furini, Terrosi, Castelli 5, Giommetti 6, Pelucchini 12, Provenzal. All: Evangelisti.
MENS SANA: Buca 6, Pannini 14, Iozzi 7, Lazzeri ne, Menconi 2, Benincasa 12, Empilo 2, Sabia 14, Bovo 2, Bacci 14. All: Binella.
ARBITRI: Panelli (Pt) e Parigi (Fi).

Anno nuovo, vecchio copione. Dura 35’ il sogno biancoverde di espugnare il PalaEstra di Arezzo, poi l’Amen sveglia la Namedsport e fa sua (77-73) una partita che nel finale vive momenti di agonismo e tensione esasperati, terreno sul quale la giovane formazione senese (in vantaggio di 10 lunghezze a metà del terzo periodo) paga ancora una volta lo scotto della propria inesperienza.
Non bastano il miglior Sabia della stagione (14 punti e tanta sostanza sotto i tabelloni per il centro) e i lampi offensivi, qua e là, del rientrante Pannini e di Bacci, contro un Veselinovic (21) che nella seconda parte di gara fa il diavolo a quattro nella difesa di viale Sclavo e lascia all’irruenza, a tratti debordante, di Castelli e Rossi il compito di mandare al tappeto la squadra di Binella, nell’occasione priva di Lazzeri (problema al ginocchio) e sempre in attesa di ritrovare Tognazzi.
Peccato, perché la Mens Sana parte, come sua abitudine, forte e accumula 9 lunghezze di margine. Autentico mattatore è Sabia (10 dei primi 14 punti biancoverdi vengono dalle mani del centro, capace di colpire anche con i piedi piazzati oltre l’arco dei 6,75), cui Iozzi dà man forte nel pitturato, ma anche sul perimetro. Il lungo titolare, Buca, entra in partita dopo 5’ schiacciando in canestro l’assist di Menconi, ma nel frattempo Arezzo si è scrollata di dosso il suo pessimo avvio, stringendo le maglie in difesa e aprendo il gas in attacco grazie soprattutto ai tiri da fuori di Fornara: in un…Amen (scontatissimo il gioco di parole) la squadra di casa aggancia e sorpassa (ciuff di Rossi per il 23-21) la Namedsport, arrivata col fiato corto al primo intervallo.
Lo stop and go ritempra Pannini e Bacci, che innescano il nuovo allungo ospite (0-8 di parziale nei primi 2’ del secondo periodo), per la verità subito rintuzzato da Pelucchini e Rossi (31-31 al minuto 17 col tiro libero del play amaranto): il tempo per vedere un altro gioco a due sull’asse Menconi-Buca, con la bimane del gigante mensanino che ringrazia per il passaggio volante, ed arriva il buzzer di metà gara. Punteggio 33-37 per la Namedsport.
Il ritorno sul parquet, come già era stato l’avvio di gara, è tutto di Alessio Sabia, padrone incontrastato nel cuore dell’area, poi arrivano i canestri dalla lunga di Benincasa e Pannini e per la Mens Sana è il terzo tentativo di fuga (42-52 al 26’) in una partita che continua però a vivere di accelerazioni e brusche frenate. È Veselinovic, stavolta, a incaricarsi di chiudere il gap: il bosniaco mette due triple, conseguenza di altrettanti ritardi difensivi biancoverdi, poi un rimbalzo offensivo lasciato colpevolmente nelle mani di Castelli dice che, all’ultimo stop (56-58), è ancora una volta tutto da rifare per gli uomini di Binella.
Menconi spende quarto e quinto fallo nei primi 5’ dell’ultimo periodo, ci mette una pezza Tommaso Bacci (58-63) ma non basta di fronte all’alzata di scudi, e di nervi, di Castelli, che si carica sulle spalle l’ennesimo rientro della Sba e non la manda a dire sul canestro del sorpasso (66-63) di un Amen decisamente a proprio agio nel clima da giostra ormai accesosi attorno al campo da gioco. La Namedsport finisce fuori partita, mentalmente e fisicamente, impallinata negli ultimi due giri di lancette dall’esperienza di Rossi (77-70), sul cui faccia a faccia, francamente evitabile, col nutrito tifo senese cala il sipario di una serata ancora una volta storta per i colori mensanini.
Matteo Tasso

foto tratta da pagina facebook Mens Sana Basketball Academy

 

Galleria Fotografica

Web tv