SIENA NOTIZIE NEWS

TORNA A SORRIDERE LA MENS SANA 81-76

News inserita il 06-01-2019

Ranuzzi sugli scudi

ON SHARING MENS SANA SIENA VS FORTITUDO AGRIGENTO ( 20-17; 36-35; 55-57; 81-76)

ON SHARING MENS SANA:  Pacher 16, Morais 19, Lupusor 2, Marino 16, Radonjic 2, Ranuzzi 14, Del Debbio, Cepic 3, Prandin 9, Ceccarelli, Ricciardelli, Sanguinetti. All. Moretti.

FORTITUDO AGRIGENTO: Bell 3, Cannon 24, Evangelisti 7, Cuffaro, Sousa 6, Ambrosin 24, Guariglia 4, Zilli, Pepe, Fontana 8. All.Ciani.

La fine del 2018 per i bianco verdi  è stata al “quanto complicata”, in campo e fuori dal campo. L’On Sharing alla ricerca dei 2 punti che mancano ormai da tempo, nel primo impegno del nuovo anno affronta la Fortitudo Agrigento di coach Ciani, reduce dalla vittoria contro Rieti.

Primo Quarto

Coach Moretti  costretto a fare a meno di Poletti  schiera dal primo minuto Cepic . Agrigento  sfrutta subito  il vantaggio sotto canestro  con Cannon, per portarsi sullo 0-4.  Dopo alcuni tentativi  Siena trova finalmente il canestro con Prandin 4-6. Marino trova il varco giusto per arrivare al ferro, il punteggio torna in parità 6-6. Fontana con una dubbia infrazione di doppio palleggio realizza la bomba del +3. Ma Prandin e Morais  portano per la prima volta nel match l’On Sharing avanti nel punteggio. Alla tripla di Guariglia risponde con la stessa moneta Pacher.  Marino si gioca l’ 1contro 1 e ripristina la parità 15-15. Appoggiano  a canestro sia Ranuzzi che Ambrosin. L’equilibrio viene rotto sul filo della sirena dalla bomba di capitan Marino 20-17.

Secondo Quarto

I siciliani si portano sul -1 grazie ad Ambrosin.  Arresto e tiro dalla media di Morais, che poi trasforma il rimbalzo offensivo di Radonjic nella sua prima tripla di serata 25-21. La lotta sotto canestro premia Sousa, per il nuovo  -2 di Agrigento. Radonjic e Lupusor  permettono a Siena di riallungare. Ma Evangelisti riporta ad un possesso lo svantaggio. A cronometro fermo Pacher  non sbaglia 2/2. E’ sempre il lungo americano di Siena che si protegge e appoggia per il 33-27 a 3’02” all’intervallo. Con i liberi di Ambrosin (2/2) e il canestro di Sousa i siciliani si riavvicinano. Schiacciata di Pacher su assists di Morais. Un fallo dubbio porta in lunetta Ambrosin, il suo 2/2 riporta il punteggio in parità. Con il giro in lunetta di Morais  e il suo 1/2, si chiude il secondo quarto sul 36-35. I primi due quarti di gioco si possono riassumere in una sostanziale parità.

Terzo Quarto

Un’ inizio di quarto a firma di Ambrosin che realizza 5 punti personali. Sfortunate le conclusioni dell’ On Sharing. Il canestro di Cannon costringe coach Moretti al time-out. Al rientro in campo Pacher   Marino con la tripla riportano vicino Siena. Gli ospiti tornano a segnare con Ambrosin, ma la tripla di  Morais riporta il punteggio in parità 46-46. Le triple di Pacher e Prandin  riportano i bianco verdi avanti 52-51. Bomba di Morais per il +4 a 2’12” dal termine. In lunetta Ambrosin fa 1/2 . Nella carambola sotto canestro ha la meglio Sousa 55-54. Allo scadere del quarto Ambrosin realizza la tripla del 55-57.

Quarto Quarto

Morais con il tiro dalla media riporta l’incontro in parità. Cannon recupera il rimbalzo offensivo per il +2. Tripla dall’angolo di Cepic 60-59. Ranuzzi recupera il rimbalzo ed appoggia a canestro.  Ambrosin mette l’ennesima tripla di serata per la nuova parità 62-62. Ranuzzi lotta e recupera un altro rimbalzo e lo trasforma nel più +2 a 6’13” al termine. Cannon  a metà del quarto ripristina la parità 64-64. Tiri liberi per Pacher  2/2. Evangelisti per il 66-66. Bomba dall’angolo di Ranuzzi e canestro in avvicinamento di Cannon 69-68 a 3’46”. Ranuzzi vede il varco e si fionda, canestro e fallo, 72-68. La tripla dall’angolo di Bell e il canestro di Cannon riportano avanti Agrigento. Giro in lunetta di Marino  3/3. Il silenzioso Evangelisti realizza la tripla del +1 a 1’21” dal termine. Morais penetra per il +1. Palleggio prolungato di Morais che penetra ed insacca  il +3. Rimessa in attacco per Agrigento con 18 secondi sul cronometro, sotto canestro Ambrosin commette fallo in attacco su Pacher; l’ americano di Siena non realizza i liberi. Sousa prova a portare la partita all’over time ma la tripla scheggia il ferro. Ranuzzi in lunetta non trema 2/2 e 2 secondi sul cronometro. Il tentativo di Sousa scheggia il ferro, 81-76.La Mens Sana torna a vincere con una prova corale ed un immenso cuore di Ranuzzi.

Federica Antelmi

 

Galleria Fotografica

Web tv